J. D. Salinger: differenze tra le versioni

*Voglio dire che ho lasciato scuole e posti senza nemmeno sapere che li stavo lasciando. È una cosa che odio. Che l'addio sia triste o brutto non me ne importa niente, ma quando lascio un posto mi piace saperlo, che lo sto lasciando. Se no, ti senti ancora peggio.
*Accidenti ai quattrini. Finiscono sempre col darvi una malinconia del diavolo. (capitolo XV)
*Un sacco di gente, soprattutto questo psicanalista che c'è qui, continuano a chiedermi se quando tornerò a scuola a settembre mi metterò a studiare. È una domanda così stupida, secondo me. Voglio dire, come fate a sapere quello che farete, finché non lo fate? La risposta è che non lo sapete. Credo di si, ma come faccio a saperlo?"
*Non faccio che dire "piacere d'averla conosciuta" a gente che non ho affatto piacere d'aver conosciuto. Ma se volete sopravvivere, bisogna che diciate certe cose.
*Suo figlio era indiscutibilmente il piú emerito bastardo che fosse mai stato a Pencey in tutta la sporca storia dell'istituto. (capitolo VIII).
Utente anonimo