Differenze tra le versioni di "Giggi Zanazzo"

m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".
(Aggiunto incipit "Usi, costumi e pregiudizi del popolo di Roma", note)
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
 
==[[Incipit]] di ''Usi, costumi e pregiudizi del popolo di Roma''==
Quanno ve se fanno nere l’ógnal'ógna de le mano, e cciavete<ref>Ad evitare continue ripetizioni: ''ciavete'', ''cianno'', ''ciò'', ''ciai'', ''cià'', equivalgono a: ''ci avete'', ''ci hanno'', ''ci ho'', ''ci hai'', ''ci ha'', ''ci avemo'', ''ci abbiamo'', ecc.</ref> l’occhil'occhi sbattuti e accallamarati, e la lingua spòrca, allora è ssegno che nun ve sentite troppo pe’pe' la quale<ref>Di questo pronome relativo usiamo generalmente il solo femminile singolare ''la quale'' o per ''la quale''. Qui ''nun sentisse troppo pe’pe' la quale'' vale: non troppo bene in salute.</ref>.<br>
Presempio, a le donne, quanno nu’nu' stanno bbene, la ''féde''<ref>L’anelloL'anello nuziale</ref> jé s’appannas'appanna; e, ne lo spostalla un tantinèllo dar déto, ce se troveno sótto un cerchietto nero. Allora, a cchi pprème la salute, la prima cosa che ddeve fa’fa', appéna nun se sènte sicónno er sòlito suo, è dde pijasse un bon purgante.<br>
De tutte le purghe, la ppiù mmèjo perché llava lo stommico, sbòtta, e pporta via ’gni'gni cosa come la lescìa, è ''ll’ojoll'ojo de rìggine''.<br>
Quanno, sorèlla, una quarsìasi ammalatia che tte vó vvienì’vvienì', trova pulito lo stòmmico, nun te pô ffa’ffa' ttanto danno nun solo, ma tte se leva d’intornod'intorno ppiù ppresto.
 
==Note==
69 545

contributi