Differenze tra le versioni di "Friedrich Schiller"

nessun oggetto della modifica
(Aggiunto incipit "Il visionario")
==Citazioni di Friedrich Schiller==
*Ah, popolo mobile che cede al minimo vento! Sventura a chi s'appoggia su questa canna. (da ''Maria Stuarda'')
*''Anche il bello deve morire''. (da ''NenieNenia'', in ''Poesie filosofiche'', a cura di Giovanna Pinna, Feltrinelli, 2005)
*Breve è il [[dolore]]; la beatitudine eterna! (da ''La pulzella d'Orléans'', in ''Teatro'', explicit)
*Chi non arrischia non può sperare. (da ''Wallenstein'', in ''Teatro'', parte I: ''L'accampamento di Wallenstein'', scena VII)
*Solo sa che sia amore chi ama senza speranza. (da ''Don Carlos'', in ''Teatro'', atto II, scena VIII)
*Tra gli uomini d'affari, i portatori di sacchi dello Stato, e le teste che pensano, di rado si può sperare armonia. (citato in [[Giambattista Vicari]], ''Dibattito: Che cos'è la libertà di pensiero'', ''La Fiera Letteraria'', aprile 1973)
*Vi è sempre in [[Immanuel Kant|Kant]], come in [[Martin Lutero|Lutero]], qualcosa che ricorda il monaco, il quale, anche uscito dal chiostro, non può tuttavia cancellarne da sé le tracce. (da una lettera del 21 dicembre 1798, in ''Corrispondence entre [[Johann Wolfgang von Goethe|Goethe]] et Schiller''; citato in Antonio Aliotta, ''Logos'', II fascicolo, Roma, 1940)
 
==Bibliografia==
*Antonio Aliotta, ''L'ispirazione kantiana nell'estetica di Federico Schiller'', in ''Logos'', vol. II, Roma, 1940.
*Friedrich Schiller, ''Guglielmo Tell'', traduzione di Andrea Maffei, Editori degli Annali universali, Milano, 1835.
*Friedrich Schiller, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/s/schiller/index.htm Il visionario, ossiano Memorie del Conte***]'', traduzione di Giovanni Berchet, in "''Sterne, Viaggio sentimentale - Schiller, Il visionario"'', Biblioteca romantica diretta da G. A. Borgese, Arnoldo Mondadori Editore, 1932, IV edizione 1970.
*Friedrich Schiller, ''Teatro'', traduzione di Barbara Allason e Maria Donatella Ponti, Giulio Einaudi Editore, 1969.
 
45 323

contributi