Elisabetta di Baviera: differenze tra le versioni

fix fonte; per l'altra fonte recupero traduttore dalla cronologia
m (voce correlata)
(fix fonte; per l'altra fonte recupero traduttore dalla cronologia)
'''Elisabetta Eugenia Amalia di Wittelsbach''', passata alla storia con il soprannome di '''Principessa Sissi''' (1837 – 1898), imperatrice austro-ungarica, duchessa in Baviera, imperatrice d'Austria (1854 – 1898) e regina di Ungheria (1867 – 1898).
 
*{{NDR|Poesia scritta dopo la morte di Richard S.}}<br>La sorte è decisa,</br>ahi! Riccardo non è più.</br> Le campane suonano a morto...</br> Oh, abbi pietà, Signore!</br> Si affaccia alla sua finestrella</br> la fanciulla dai riccioli biondi.</br> Persino gli spettri si commuovono</br> all'angoscia del suo cuore.<ref>Citato in Egon Corti, ''L'imperatrice Elisabetta'', p. 18.</ref>
*''Non voglio [[amore]] | non voglio [[vino]] | il primo mi fa soffrire | il secondo vomitare''.<ref name=clem>Citato in [[Catherine Clément]], ''[[Il valzer incompiuto]]'' (''La valse inachevée''), traduzione di Sandro Toni, CDE, 1998.</ref>
*''Vorrei essere lasciata in pace, | un po' tranquilla insomma | perché in verità sono | soltanto un essere umano simile a voi''.<ref name=clem/>
*''L'ora della [[tentazione]] è suonata | E vile come un cane son tornata''.<ref name=clem/>
22 142

contributi