Differenze tra le versioni di "Carlo Goldoni"

m
Automa: Correzione automatica trattini in lineette.
(Aggiunti Pedia, tolto WIP)
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette.)
<center>''Camera di Checchina''.</center>
CHECCHINA a sedere nel mezzo, BEATRICE ed ELEONORA a sedere vicino a Checchina, donna SGUALDA appresso a Beatrice, e donna CATTE appresso ad Eleonora.<br>
'''Beatrice''' - Via, sposina, state allegra.<br>
'''Eleonora''' - Questa per voi è una giornata felice.<br>
'''Cecchina''' - Oh siora sì, no vorla che staga aliegra? Son novizza.<br>
'''Donna Sgualda''' - Oe, zermana, quando vienlo sto to novizzo?<br>
'''Cecchina''' - Sior pare ha dito che adessadesso el vien.
 
===''I portentosi effetti della madre natura''===
===''Il cavaliere e la dama''===
<center>''Camera in casa di donna Eleonora''.<br>DONNA ELEONORA ricamando ad un piccolo telaio e COLOMBINA colla rocca sedendo, che dorme.</center>
'''Donna Eleonora''' - Questo tulipano non risalta come vorrei. Bisogna dargli un'ombra un poco più caricata. Vi vogliono due o tre passate di seta scura. Colombina, dammi quel gomitolo di seta bleu. Colombina, dico, Colombina?<br>
'''Colombina''' - Signora, illustrissima, eccomi. (''svegliandosi'')<br>
'''Donna Eleonora''' - Tu non faresti altro che dormire.<br>
'''Colombina''' - Chi non dorme di notte, bisogna che dorma di giorno. Sino alla mezzanotte si lavora, e all'alba si salta in piedi e si torna a questo bellissimo divertimento della rocca. Signora padrona, anch'io son fatta di carne, e non dico altro.
 
===''Il cavaliere giocondo''===
Che sei vago in sul mattino,
Perderai, vicino a sera,
La primiera - tua beltà.</poem>
 
===''Il filosofo inglese''===
Non vi è castello più signorile
Del bel castello di Malmantile.
Aria sanissima, - terra buonissima,
Che giocondissima - per noi sarà.</poem>
 
===''Il Moliere''===
 
===''Il ventaglio''===
TUTTI - ''Disposizione e colpo d'occhio di questa prima scena''. - GELTRUDA ''e'' CANDIDA ''a seder sulla terrazza. La prima facendo de' gruppetti, la seconda dell'entoilage''. EVARISTO ''ed il'' BARONE ''vestiti propriamente da cacciatori, sedendo su i seggioloni, e bevendo il caffè co' loro schioppi al fianco. Il'' CONTE ''da campagna con rodengotto, cappello di paglia e bastone, sedendo vicino allo Speciale, e leggendo un libro''. TIMOTEO ''dentro la sua bottega, pestando in un mortaio di bronzo sulla balconata''. GIANNINA ''da paesana, sedendo vicino alla sua porta filando''. SUSANNA ''sedendo vicino alla sua bottega, e lavorando qualcosa di bianco''. CORONATO ''sedendo sulla banchetta, vicino all'osteria, con un libro di memorie in mano ed una penna da lapis''. CRESPINO ''a sedere al suo banchetto, e lavorando da calzolaro con una scarpa in forma''. MORACCHIO ''di qua dalla casa di Giannina verso i lumi, tenendo in mano una corda con un cane da caccia attaccato, dandogli del pane a mangiare''. SCAVEZZO ''di qua dell'osteria, verso i lumini, pelando un pollastro''. LIMONCELLO ''presso alli due, che bevono il caffè colla sottocoppa in mano, aspettando le tazze''. TOGNINO ''spazzando dinanzi alla porta del palazzino, e sulla facciata del medesimo. Alzata la tenda, tutti restano qualche momento senza parlare, ed agendo come si è detto, per dar tempo all'uditorio di esaminare un poco la scena''.<br>
'''Evaristo''' Che vi pare di questo caffè? (''al Barone'')<br>
'''Barone''' Mi par buono.<br>
<poem>'''Tutti''' Dove sono i tempi andati?
I negozi son spiantati,
E la Fiera - questa sera
Bene o mal terminerà.</poem>
 
Dunque cantiamo:
Viva chi mangia e chi beve giocondo;
Il più bel mondo - di questo non v'è.</poem>
 
===''Le femmine puntigliose''===
<center>''Appartamento nella locanda, in cui sono alloggiati don Florindo e donna Rosaura''.<br>DONNA ROSAURA e DON FLORINDO.</center>
'''Don Florindo''' - Signora consorte carissima, credo che ce ne possiamo tornare al nostro paese, e se aveste aderito a quello che io diceva, non saremmo nemmeno venuti a Palermo.<br>
'''Donna Rosaura''' - Che avrebbero mai detto di noi le donne del nostro rango, se dentro il primo anno del nostro matrimonio non fossimo venuti a far qualche sfarzo nella città capitale?
 
===''Le inquietudini di Zelinda''===
'''Li 3 uomini''' No, no, no.
'''Le 3 donne''' Io sostengo l'opinione;
La ragione - vuol così.
'''Li 3 uomini''' Accordarla non si può;
Il contrario sosterrò.</poem>
69 545

contributi