Differenze tra le versioni di "Francesco Dall'Ongaro"

m
immagine, wikisource, fix cat
(citazioni)
m (immagine, wikisource, fix cat)
[[Immagine:DallOngaro.jpg|thumb|Francesco Dall'Ongaro]]
'''Francesco Dall'Ongaro''' (1808 – 1873), poeta, drammaturgo e librettista italiano.
 
*Quando i municipii italiani avranno contribuito all'indipendenza della patria comune, offerendo a [[Giuseppe Garibaldi|Garibaldi]] le armi necessarie a fondarla e a difenderla, farò una circolare ai medesimi perché acquistino o costruiscano un [[teatro]] del popolo, che divenga nello stesso tempo una istituzione sociale, una scuola del bello, e una fonte d'onesto diletto.
*Senza avere un merito letterario più ragguardevole, l'autore della ''Dama dalle Camelie'', e del ''Demi-monde'' ha già conquistato il difficile privilegio di partorire ogni due anni una commedia che si aspetta con ansietà, si ascolta con attenzione e si applaudisce a contanti ; cioè si replica sopra le scene del ''Gymnase'' un centinajo di volte e anche più.<br/>[[Alexandre Dumas (figlio)]], non è prodigo come il padre. Le commedie di lui che restano sulla scena sono quattro o cinque, comprese quelle che ho nominate. Egli non ispreca l'ingegno, né l'arte. Dopo aver trovato una favola, la quale è sovente una storia vera, egli studia un intreccio ragionevole, e raggranella nelle conversazioni una mezza dozzina di arguzie delle quali condisce il suo dialogo. Queste arguzie sono comunicate opportunamente agli amici, e preparano a poco a poco il successo della commedia.
*{{NDR|A Guglielo Stefani}} Unificata l'[[Italia]], o almeno gran parte della medesima, si andrà formando insensibilmente un centro comune a cui fluiranno interessi e persone. Se codesto centro fosse nel medesimo tempo la capitale politica e letteraria d'Italia, com'è [[Parigi]] rispetto alla [[Francia]], non ti sarebbe forse difficile porre ad esecuzione il tuo vagheggiato progetto. Fammi di [[Firenze]] o di [[Roma]] il [[Washington]] dell'Italia, ed io ti concedo di far contribuire tutta la penisola all'erezione di un [[teatro]] modello.
*Vorrei che ogni città d'Italia avesse un [[teatro]] comunale, libero da ogni servitù, proprietà non di privati, ma pubblica. Il municipio lo amministra e dirige per modo che possa concederlo gratuitamente per buona parte dell'anno ad una o più compagnie che presentino certe guarentigie ed accettino certi patti.
{{NDR|Francesco Dall'Ongaro, ''Del teatro drammatico contemporaneo'', ''Rivista contemporanea'', Volume 22, Unione Tipografico Editrice, Torino 1860}}
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|s=Autore:Francesco Dall'Ongaro|s2=oldwikisource:Autor:Francesco Dall'Ongaro|s2_preposizione=in lingua veneziana di o su}}
{{interprogetto|w}}
 
[[Categoria:Poeti italiani|Dall'Ongaro, Francesco]]
[[Categoria:ScrittoriDrammaturghi e commediografi italiani|Dall'Ongaro, Francesco]]
[[Categoria:Librettisti italiani|Dall'Ongaro, Francesco]]
22 142

contributi