Differenze tra le versioni di "Carlo Goldoni"

7 088 byte aggiunti ,  9 anni fa
Aggiunti incipit, bibliografia
(Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia)
(Aggiunti incipit, bibliografia)
De' gusti disputar cosa è fallace;
Non è bel quel ch'e bel, ma quel che piace.</poem>
 
===''Filosofia ed amore''===
<center>Giardino.<br>CLORIDEA, LEONZIO, ''poi'' MENALIPPE</center>
<poem>'''Clor.''', Leon.''', ''a due''
Dolce amor, te solo invoco
Testimon del nostro foco.
Opra tu, che non invano
Questo cuore e questa mano
Pegno sia di vera fé.</poem>
 
===''Gli amanti timidi''===
Benché siano impegnati,
Li voglio a casa mia; non vi è riparo.</poem>
 
===''Il feudatario''===
<center>Camera della Comunità, con sedie antiche.<br>NARDO ''che siede nel mezzo, con giubbone, berretta bianca, cappello e scarpe grosse''. CECCO ''con fazzoletto al collo, scarpe da caccia, berretta nera e cappello bordato''. MENGONE ''con capellatura e cappello di paglia, giubba grossolana e pantofole: tutti sedendo''.</center>
'''Nar.''' Sono due ore di sole, e i sindaci non si vedono.<br>
'''Cec.''' Pasqualotto è andato colla carretta a portare del vino al medico.<br>
'''Meng.''' E Marcone l'ho veduto io a raccogliere delle rape.<br>
'''Nar.''' Sono bestie. Non sanno il loro dovere. Sono i sindaci della Comunità, e fanno aspettar noi che siamo i deputati.
 
===''Il filosofo''===
<center>ANSELMO ''solo''.</center>
<poem>Mondo, misero mondo!
Ognuno ti strapazza,
E par che sol tu sia
La cagion d’ogni danno.
Oh di stolto pensier brutale inganno!</poem>
 
===''Il filosofo di campagna''===
<center>Giardino in casa di Don Tritemio.<br>EUGENIA ''con un ramo di gelsomini'', LESBINA ''con una rosa in mano''.</center>
<poem>'''Eug.''' Candidetto gelsomino,
Che sei vago in sul mattino,
Perderai, vicino a sera,
La primiera - tua beltà.</poem>
 
===''Il filosofo inglese''===
<center>GIOACCHINO ''e'' BIRONE, ''ciascheduno dalla parte della sua bottega''</center>
<poem>'''Bir.''' Ecco i stampati fogli, che il padron mio vi manda: (''a Gioacchino'')
I soliti foglietti di Parigi e d'Olanda,
Il ''Mercurio Galante'', che fa tanto rumore,
Ed il corrente foglio del nostro ''Spettatore''.</poem>
 
===''Il finto principe''===
<center>Appartamenti di Rosmira.<br>ROBERTO ''e'' ROSMIRA</center>
<poem>'''Rob.''' Rosmira, addio. (''in atto di partire'')
'''Rosm.''' Fermati, oh Dio! crudele.
Tu mi lasci? Perché?
'''Rob.''' Da me che brami?
Già con nuovi legami
Il tuo cuor, la tua fede,
Altrui porgesti in dono;
E se mia più non sei, più tuo non sono.</poem>
 
===''Il frappatore''===
<center>Sala nella locanda dell’Aquila.<br>ELEONORA ''e'' COLOMBINA</center>
'''Col.''' Compatitemi, signora, se entro in un proposito in cui non ci dovrei entrare; ma l’amore che ho concepito per la vostra persona, mi obbliga a farlo.<br>
'''Eleon.''' Cara Colombina, conosco che siete una buona giovine, e ho piacere nel trattenermi con voi. So che voi vorreste conoscermi, e che vi svelassi l’esser mio e le mie contingenze, ma questa è l’unica cosa, da cui vi prego di dispensarmi.
 
===''Il geloso avaro''===
<center>Camera in casa di don Luigi.<br>DON LUIGI ''con un ritratto in mano, e poi'' BRIGHELLA.</center>
'''Lui.''' E sarà vero che tu m'abbia a far sospirare? Maledetto ritratto! ti getterò tra le fiamme. E poi, incenerito che sarà il ritratto, mi staccherò dal cuore l'originale? Ah no, s'io non mi strappo il cuore medesimo, in cui il perfido amore ha stampato l'effigie della mia tiranna.<br>
'''Brigh.''' Signor...<br>
'''Lui.''' Va al diavolo.
 
===''L'adulatore''===
 
===''La cascina''===
<center>Campagna parte in collina, parte in pianura, con animali bovini che vanno qua e là pasturando.<br>''La'' LENA ''e la'' CECCA, ''sedendo sopra alcuni sassi al piano, colle loro rocche filando''.<br> PIPPO ''e'' BERTO ''in collina, tagliando il fieno''.<br>'' La'' LENA ''e la'' CECCA, ''cantando insieme''.</center>
<poem>Io non conosco amore,
E pur lo provo al cor.
Chiedi a tutta la città
Se dich'io la verità.</poem>
 
===''La fiera di Sinigaglia''===
<center>Piazza o sia centro della Fiera con varie botteghe, fra le quali una bottega di caffè, una di chincaglie, una di panni e sete ecc. Da una parte locanda con finestra, dirimpetto alla bottega da caffè.<br>''Il'' CONTE ERNESTO ''sedendo al Caffè'', LISAURA ''per la Fiera'', LESBINA ''sulla porta della sua Bottega'', GIACINTA ''alla finestra della sua Locanda'', ORAZIO ''alla sua Bottega di panni'', PROSPERO ''alla sua Bottega di chincagliere'', GRIFFO ''passeggiando''.</center>
<poem>'''Tutti''' Dove sono i tempi andati?
I negozi son spiantati,
E la Fiera - questa sera
Bene o mal terminerà.</poem>
 
===''La figlia obbediente''===
<center>Camera in casa di Pantalone.<br>ROSAURA ''e'' BEATRICE</center>
'''Ros.''' Venite, amica, venite. Son sola, son malinconica, ho bisogno d’un poco di compagnia.<br>
'''Beat.''' Spero io essere venuta ad iscacciare la vostra malinconia.<br>
'''Ros.''' Avete da raccontarmi qualche graziosa cosa?<br>
'''Beat.''' Sì, una cosa graziosissima. Una cosa che vi porrà in giubbilo, in allegria.
 
===''La finta ammalata''===
<center>Bottega di speziale.<br>AGAPITO ''sedendo e leggendo i foglietti''. TIBURZIO ''dentro al banco. Dottor'' MERLINO ''e'' TARQUINIO, ''che giuocano a sbaraglino''.</center>
'''Agap.''' Oh, chi l’avesse mai detto, che l’imperator della China avesse a sposare la figlia del re del Mogol!<br>
'''Tarq.''' Il signor Agapito non pensa altro che alle novità, e lascia la spezieria in mano de’ suoi garzoni. (''giuocando'')<br>
'''Agap.''' Buono, buono: faranno lega offensiva e difensiva. Signor dottore. (''forte verso Merlino'')<br>
'''Merl.''' Che cosa c’è? (''giuocando'')<br>
'''Agap.''' Signor dottore. (''più forte'')<br>
'''Merl.''' Che cosa volete?<br>
'''Agap.''' Signor dottore. (''più forte'')<br>
'''Tarq.''' Non sapete che è sordo? Dite forte. (''a Merlino'')
 
===''La fondazion di Venezia''===
<center>LA COMMEDIA ''sola si trova in Scena''.</center>
<poem>Care spiagge adorate, a voi ritorno,
E qui dove non turba
L'allegrezza comun ombra funesta,
Più che mai lieta in viso,
Nuovi stimoli reco al dolce riso.</poem>
 
===''La gelosia di Lindoro''===
<center>Camera con grand'armadio nel fondo. – Da una parte tavolino da scrivere ad uso di segretario, dall'altra un altro tavolino con sopra della biancheria, cioè sei o sette camicie proprie e pulite, ed una cestella col bisogno per lavorare di bianco, ed una sedia a ciaschedun tavolino.<br>'''Zelinda''' ''a sedere lavorando'', '''Lindoro''' ''a sedere scrivendo''.</center>
'''Zel.''' Lindoro. (''chiamandolo, dopo essere stati un poco senza dir niente'')<br>
'''Lin.''' (''scrivendo'') Cosa volete?<br>
'''Zel.''' (''lavorando'') Avete molto da lavorare questa mattina?<br>
'''Lin.''' Sì, molto.
 
===''Le avventure della villeggiatura''===
 
==Bibliografia==
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor contadino]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor fa l'uomo cieco]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amore in caricatura]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Arcifanfano re dei matti]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Aristide]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Bertoldo Bertoldino e Cacasenno]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Buovo D'Antona]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Chi la fa l'aspetta o sia I chiassetti del Carneval]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm De gustibus non est disputandum]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Filosofia ed amore]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''Gl'innamorati'', Newton Compton, Roma 1994.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di buon gusto]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di spirito ovvero La donna di testa debole]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere e la dama]'', in "Commedie", a cura di Giuseppe Petronio, Rizzoli Editore, Milano, 1958.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere giocondo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Caramella]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Chicchera]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il contrattempo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Commedia di carattere)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Dramma giocoso)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il feudatario]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo di campagna]''. ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo inglese]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il finto principe]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il frappatore]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il geloso avaro]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'adulatore]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'Amante Cabala]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante di sé medesimo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante militare]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore artigiano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore paterno, o sia La serva riconoscente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cascina]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La castalda]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La contessina]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La conversazione]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La dama prudente]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La diavolessa]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna bizzarra]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di garbo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di governo (Commedia, di cinque Atti in Versi Martelliani)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di governo (Dramma Giocoso per Musica)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di maneggio]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di testa debole o sia La vedova infatuata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna forte]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna sola]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna stravagante]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna vendicativa]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna volubile]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La famiglia dell'antiquario ossia La suocera e la nuora]'', Signorelli editore, Milano, 1963.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La favola de' tre gobbi]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La fiera di Sinigaglia]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La figlia obbediente]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La finta ammalata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La fondazion di Venezia]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La gelosia di Lindoro]'', in "Commedie scelte", Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
*Carlo Goldoni, ''La locandiera'', a cura di Gerolamo Bottoni, Carlo Signorelli Editore, Milano 1934.
 
21 960

contributi