Differenze tra le versioni di "Carlo Goldoni"

11 532 byte aggiunti ,  9 anni fa
Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia
(Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia)
(Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia)
E chi è lasso dai tepidi umori,
Di ristoro bisogno averà.</poem>
 
===''I due gemelli veneziani''===
<center>Camera di Rosaura.<br>ROSAURA ''e'' COLOMBINA, ''tutte due alla tavoletta, che si assettano il capo''.</center>
''''Ros.''' Signora Colombina garbata, mi pare che l’obbligo suo sarebbe, prima di mettersi in tante bellezze, di venire ad assettare il capo alla sua padrona.<br>
'''Col.''' Signora, l’obbligo mio l’ho fatto: vi sono stata dietro due ore ad arricciarvi, frisarvi e stuccarvi: ma se poi non vi contentate mai, e vi cacciate per dispetto le dita ne’ capelli, io non vi so più che fare.
 
===''Il bugiardo''===
'''Beat.''' Qual novità? I nèi non li ho mai portati?<br>
'''Cor.''' Sì signora, li avete portati quando viveva il padrone, ma dacché siete vedova, quest'è la prima volta.
 
===''Il festino'' (Commedia di carattere)===
<center>Camera in casa del Conte<br>''Il'' CONTE ''e'' BALESTRA.</center>
<poem>'''Bal.''' Creda, signor padrone, la cosa è naturale,
Mancano i sonatori sul fin del carnovale.
Non se ne trova uno di buona o trista razza;
Sono impegnati in feste sino gli orbi di piazza.</poem>
 
===''Il festino'' (Dramma giocoso)===
<center>Camera in casa del Conte.<br>''Il Conte'' BELFIORE ''e'' BALESTRA</center>
<poem>'''Con.''' Tant'è, tant'è, Balestra,
Per terminar l'orchestra
Vuò quei tre suonatori ad ogni costo.
Benché siano impegnati,
Li voglio a casa mia; non vi è riparo.</poem>
 
===''L'adulatore''===
'''Alb.''' Caro amigo, se me volè ben, lasseme studiar; sta causa la me preme infinitamente.<br>
'''Lel.''' Sono otto giorni che non si fa altro che parlare di questa causa. Un uomo del vostro sapere e del vostro spirito dovrebbe a quest’ora esserne pienamente in possesso.
 
===''L'erede fortunata''===
<center>Camera in casa di Pancrazio, con varie sedie.<br>PANCRAZIO, OTTAVIO, DOTTORE, FLORINDO ''ed un'' NOTARO, ''tutti a sedere, e'' TRASTULLO ''in piedi'.</center>
'''Panc.''' Signor Dottore, adesso si leggerà il testamento del quondam signor Petronio vostro fratello, e se voi sarete l’erede, o se voi sarete il tutore di Rosaura sua figlia, son pronto a darvi tutto, fino a un picciolo. Egli è morto in casa mia, ma è morto in casa di un galantuomo. Siamo stati compagni di negozio, e ci siamo amati come due fratelli. Gli sono stato fedele in vita, gli sarò fedele anche dopo morte; e mi scoppia il cuore nel pensare che il cielo mi ha tolta la cosa più cara che aveva in questo mondo. Signor notaro, apra il testamento e lo legga.
 
===''La bancarotta''===
'''Pagg.''' Volentieri, ora ve le do. (''le va a prendere da un tavolino'')<br>
'''Col.''' Non vi è cosa che mi dia maggior fastidio, quanto il far le scuffie. Poche volte riescono bene. La mia padrona è facile da contentare; non è tanto delicata, ma se va in conversazione, subito principiano a dire: Oh, donna Eularia, quella scuffia non è alla moda. Oh, quelle ale sono troppo grandi! La parte diritta vien più avanti della sinistra. Il nastro non è messo bene; chi ve l’ha fatta? La cameriera? Oh, che ignorante! Non la terrei, se mi pagasse. Ed io non istarei con quelle sofistiche, se mi facessero d’oro.
 
===''La diavolessa''===
<center>Camera nobile di locanda.<br>DORINA ''e'' GIANNINO, ''poi'' FALCO</center>
<poem>'''Dor.''' Ho risolto, voglio andar.
Non mi state a tormentar.
'''Giann.''' Ah, Dorina, per pietà,
Mi volete lasciar qua?
'''Dor.''' Vostro danno: voglio andar.
'''Giann.''' Mi volete abbandonar?</poem>
 
===''La donna bizzarra''===
<center>MARTORINO ''ed il'' CAPITANO.</center>
<poem>'''Mar.''' Oh signor capitano, venuto è di buon'ora!
'''Cap.''' La padrona è levata?
'''Mar.''' Non ha chiamato ancora.
'''Cap.''' Ier sera è andata a letto tardi più dell'usato?
'''Mar.''' Anzi vi andò prestissimo. Non ha nemmen cenato.</poem>
 
===''La donna di garbo''===
<center>ROSAURA ''e'' BRIGHELLA</center>
'''Ros.''' Sì, Brighella, voglio appagarvi. La bontà che avete avuta per me, la vostra fedeltà e il debito ch'io vi professo, m'obbligano a darvi questa soddisfazione. Sono pronta a svelarvi l'esser mio, e per qual cagione mi sia dalla mia patria involata.<br>
'''Brigh.''' Veramente son stà un omo troppo facile a introdurve per serva qua in casa dei mii padroni, senza prima saver chi fussi. M'ha piasso la vostra idea e ho volesto crederve, tanto più che ve sè impegnada de dirme tutto. Ve prego mo no ingannarme, e più tosto che dirme qualche filastrocca, seguitè a taser, che me contento.
 
===''La donna di governo'' (Commedia)===
<center>Camera<br>VALENTINA ''e'' BALDISSERA.</center>
<poem>'''Val.''' Zitto, parlate piano.
'''Bal.''' Dorme ancora il padrone?
'''Val.''' Ei dorme, e fin che dorme, facciam conversazione;
Ma parliam sotto voce, che se qualcun ci sente,
Quando il vecchio è svegliato, gliel dice immantinente.
È ver ch’egli mi crede, è ver che, qual io soglio,
Posso dargli ad intendere quelle bugie ch’io voglio,
Ma avendo la famiglia acerrima nemica,
Voglio schivar, s’io posso, di far questa fatica.</poem>
 
===''La donna di governo'' (Dramma Giocoso)===
<center>Cantina con varie botti; tavola in mezzo con vivande.<br>CORALLINA, LINDORA ''e'' RIDOLFO, MOSCHINO ''e'' TIRITOFFOLO, ''sopra una panca''.<br>Tutti seduti a tavola, che mangiano, bevono e cantano.</center>
<poem>'''Tutti''' Bel piacer ch'è l'allegria!
Bel piacere in compagnia
Star a bere ed a mangiar!
'''Cor.''' Finché dorme il mio padrone,
Voglio far conversazione,
E con voi mi vo' spassar.</poem>
 
===''La donna di maneggio''===
<center>Camera di donna Giulia, con tavolino e sedie.<br>''Donna'' GIULIA ''e'' FABRIZIO, ''ambi seduti al tavolino''.</center>
'''Fabr.''' Questa è la lettera che va al marchese di Cappio.<br>
'''Giu.''' Sentiamo. Illustrissimo Signore, Signor mio colendissimo. Perché non ci avete messo il Padrone?<br>
'''Fabr.''' Perdoni; mi pare che scrivendo una dama ad un cavaliere che non è più di lei, non le convenga usare questo titolo di umiliazione.
 
===''La donna di testa debole''===
<center>Camera di ritiro di donna Violante, con un tavolino carico di libri e fogli e calamaio ecc.<br>DONNA VIOLANTE ''sedendo al tavolino e leggendo, ed'' ARGENTINA</center>
'''Arg.''' Signora padrona.<br>
'''Vio.''' Lasciami studiare.<br>
'''Arg.''' Vorrei dirvi una cosa.<br>
'''Vio.''' Aspetta. Lasciami terminare questa facciata.
 
===''La donna forte''===
<center>Camera in casa di don Fernando.<br>''Don'' FERNANDO ''e'' PROSDOCIMO.</center>
<poem>'''Fer.''' Questa volta, Prosdocimo, convien che adoperiate
Quel valor, quel coraggio, che posseder vantate.
Di fedeltà non parlo: l'arcano ch'io vi svelo,
So che custodirete con gelosia, con zelo;
Altrimenti facendo, l'avrete a far con me;
Ma vi conosco in questo, e da temer non c'è.
Chiedovi adunque aiuto nel caso in cui mi trovo;
Or d'un uom, qual voi siete, l'abilitade io provo.</poem>
 
===''La donna sola''===
<center>Camera di donna Berenice<br>DONNA BERENICE ''sola, poi'' FILIPPINO.</center>
<poem>'''Ber.''' Son pur lieta e contenta. Mi par d'esser rinata,
Or che son dalla villa in Milan ritornata.
Dicono che in campagna si gode libertà?
V'è soggezione in villa molto più che in città.
Qui almen tratto chi voglio, rinchiusa nel mio tetto;
Deggio trattare in villa chi viene, a mio dispetto.
A conversar con donne mi viene il mal di core,
In villa non si vedono che donne a tutte l'ore.
Almen qui sono sola, se alcun viene a trovarmi,
Senza che vi sien donne che vengano a seccarmi.</poem>
 
===''La donna stravagante''===
<center>Camera di don Riccardo con tavolino, sedie e lumi.<br>DON RICCARDO ''sedendo al tavolino, e'' CECCHINO.</center>
<poem>'''Ric.''' Ehi!
'''Cec.''' Signore.
'''Ric.''' Dal cielo sparita è ancor l'aurora?
'''Cec.''' No, mio signore, il sole non è ben sorto ancora.</poem>
 
===''La donna volubile''===
<center>Camera di Rosaura.<br>ROSAURA, ''vestita pomposamente, a sedere ad un tavolino collo specchio in mano''.</center>
'''Ros.''' Questa scuffia mi sta malissimo; non si confà niente all’aria del mio viso; mi fa parer brutta. Se viene il signor Florindo, e mi vede con questa scuffia, non mi conosce più. Oh, non mi servo mai più di questa scuffiara! Gran disgrazia è la mia! Ho cambiato più di trenta scuffiare; tutte per un poco mi servono bene, e poi cambiano la mano e mi servono male. Questa scuffia non la voglio assolutamente. Ehi, donne, dove siete? Dove siete, donne?
 
===''La donna vendicativa''===
<center>Camera in casa di Ottavio.<br>CORALLINA ''e'' FLORINDO</center>
'''Cor.''' Trattenetevi qui, che or ora parleremo con comodo.<br>
'''Flor.''' Dove andate così presto?<br>
'''Cor.''' Vado a portare la cioccolata al padrone.<br>
'''Flor.''' Voi gliela portate? Non ha servidori?<br>
'''Cor.''' Ha piacere che queste cose le faccia io. Niuno lo serve bene come la sua Corallina: io questo vecchio lo secondo e lo coltivo, perché da lui posso sperare del bene.
 
===''La famiglia dell'antiquario''===
<center>''Camera del Conte Anselmo, con vari tavolini, statue, busti e altre cose antiche''</center>
''Il Conte Anselmo ad un tavolino, seduto sopra una poltrona, esaminando alcune medaglie, con uno scrigno sul tavolino medesimo; poi Brighella''.
 
'''Anselmo''' Gran bella medaglia! questo è un ''Pescennio'' originale. Quattro zecchini? L'ho avuto per un pezzo di pane.<br>
'''Brighella''' Lustrissimo (''con vari fogli in mano'').<br>
'''Anselmo''' Guarda, Brighella, se hai veduto mai una medaglia più bella di questa.<br>
'''Brighella''' Bellissima. De medaggie no me ne intendo troppo, ma la sarà bella.
 
===''La favola de' tre gobbi''===
<center>Camera con due porte.<br>''Madama'' VEZZOSA ''con un Servitore''.</center>
<poem>Sì, lo so, non replicar;
Tutti muoiono per me.
Poverini! Sai perché?
Perch'io sono la Vezzosa,
Tutta grazia e spiritosa.
Che! tu ridi? Ignorantaccio!
Chiedi a tutta la città
Se dich'io la verità.</poem>
 
===''Le avventure della villeggiatura''===
'''Ors.''' Xélo bon da vegnire de sottovènto?<br>
'''Pas.''' Si bèn, si bèn. Si i vien i nostri òmeni, i gh'ha el vento in pòppe.
 
===''Le donne curiose''===
<center>Camera con porte chiuse.<br>OTTAVIO ''leggendo un libro'', FLORINDO ''e'' LEANDRO ''giuocando a dama''. LELIO ''a sedere''.</center>
'''Lel.''' Amici, come va la partita?<br>
'''Flor.''' In questo punto sono arrivato a dama.<br>
'''Lean.''' Ed io non tarderò ad arrivarvi.<br>
'''Lel.''' La vostra è una partita di picca.<br>
'''Flor'''. Sì; noi giochiamo veramente di picca. Si disputa l'onore, non l'interesse.
 
===''Le donne di buon umore''===
<center>Camera di Costanza.<br>COSTANZA ''alla tavoletta, e'' MARIUCCIA ''cameriera che sta assettandole il capo''.</center>
'''Cost.''' Eppure ancora non istò bene. (''guardandosi nello specchio alla tavoletta'')<br>
'''Mar.''' Che dice mai, signora padrona? Sta tanto bene, che pare una principessa.<br>
'''Cost.''' Non vedi che da questa parte i capelli sono meglio arricciati che da quest'altra?<br>
'''Mar.''' Io non ci conosco questa gran differenza.
 
===''Le donne di casa soa''===
<center>''Camera della signor'Angiola''.<br>''Angiola e Betta''.</center>
<poem>'''Betta''': Sior Anzola! Patrona.
'''Angiola''': Patrona, siora Betta.
'''Betta''': Cossa se fa?
'''Angiola''': Da vecchia.
'''Betta''': Cara quella vecchietta!
Son passada de qua; ve vegno a saludar.</poem>
 
===''Le donne gelose''===
<center>Camera de siora Giulia.<br>''Siora'' GIULIA ''che laora de merli. Siora'' TONINA ''in zendà. Siora'' ORSETTA ''che fila della bavella, e siora'' CHIARETTA ''che fa bottoni''.</center>
'''Ton.''' Cara siora Giulia, la compatissa se son vegnua a darghe incomodo.<br>
'''Giu.''' Oh siora Tonina, cossa disela! La m’ha fatto una finezza a vegnirme a trovar. Gh’aveva tanta voggia de véderla.<br>
'''Ton.''' De diana! No la se degna mai de vegnirme a trovar.<br>
'''Giu.''' Oh cara siora! se la savesse. No gh’ho el fià che sia mio. Sempre fazzo, sempre tambasco<ref>''Opero''.</ref>, o intorno de mi, o intorno de mio mario; sempre ghe xe da far, no me fermo mai. No è vero, putte? Adesso ho tiolto suso el ballon<ref>''Cuscino sul quale lavorano le donne''.</ref> per divertimento. Oh cara siora Tonina! Cento volte ho dito de vegnir da ela, e no ho mai podesto. No è vero, putte?
 
===''Le donne vendicate''===
<center>Sala con tavola apparecchiata e lumi.<br>CASIMIRO, ROCCAFORTE, VOLPINO ''e'' FLAMINIO ''con quattro Donne, mangiando e bevendo''.</center>
<poem>'''Tutti''' Viva, viva l'allegria,
E la nostra compagnia;
E mangiando non s'invecchia;
E beviamone una secchia;
Quand'è buono, non fa male
Né la pinta, né il boccale.
Dunque beviamo,
Dunque cantiamo:
Viva chi mangia e chi beve giocondo;
Il più bel mondo - di questo non v'è.</poem>
 
===''Le femmine puntigliose''===
<center>''Appartamento nella locanda, in cui sono alloggiati don Florindo e donna Rosaura''.<br>DONNA ROSAURA e DON FLORINDO.</center>
'''Don Florindo''' - Signora consorte carissima, credo che ce ne possiamo tornare al nostro paese, e se aveste aderito a quello che io diceva, non saremmo nemmeno venuti a Palermo.<br>
'''Donna Rosaura''' - Che avrebbero mai detto di noi le donne del nostro rango, se dentro il primo anno del nostro matrimonio non fossimo venuti a far qualche sfarzo nella città capitale?
 
===''Un curioso accidente''===
 
==Bibliografia==
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor contadino]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor fa l'uomo cieco]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amore in caricatura]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Arcifanfano re dei matti]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Aristide]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Bertoldo Bertoldino e Cacasenno]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Buovo D'Antona]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Chi la fa l'aspetta o sia I chiassetti del Carneval]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm De gustibus non est disputandum]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor contadino]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amor fa l'uomo cieco]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Amore in caricatura]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Arcifanfano re dei matti]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Aristide]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Bertoldo Bertoldino e Cacasenno]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Buovo D'Antona]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Chi la fa l'aspetta o sia I chiassetti del Carneval]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm De gustibus non est disputandum]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''Gl'innamorati'', Newton Compton, Roma 1994.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Gli amanti timidi]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Gli amori di Zelinda e Lindoro]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I bagni di Abano]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I bagni di Abano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I due gemelli veneziani]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il bugiardo]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il buon compatriotto]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il burbero benefico: commedia in tre atti]'', a cura di Avancinio Avancini, editore Vallardi, Milano, 1935.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il Campiello]'', in "Opere", Ugo Mursia editore, 1969.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di buon gusto]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di spirito ovvero La donna di testa debole]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di spirito ovvero La donna di testa debole]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere e la dama]'', in "Commedie", a cura di Giuseppe Petronio, Rizzoli Editore, Milano, 1958.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere giocondo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Caramella]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Chicchera]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il contrattempo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Commedia di carattere)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Dramma giocoso)]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Caramella]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm IlL'adulatore]'', conte''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm ChiccheraL'Amante Cabala]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante di sé medesimo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante militare]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore artigiano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore paterno, o sia La serva riconoscente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il contrattempo]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'adulatore]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'Amante Cabala]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante di sé medesimo]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amante militare]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore artigiano]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'amore paterno, o sia La serva riconoscente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'apatista o sia L'indifferente]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, Newton Compton Editori, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'Arcadia in Brenta]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avaro]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avventuriere onorato]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avvocato veneziano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'erede fortunata]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avvocato veneziano]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bancarotta, o sia Il mercante fallito]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La birba]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bottega da caffè]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La birba]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bottega da caffè]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bottega del Caffè]'', Rizzoli, BUR, 1984 (si rifà all'edizione Pasquali, Venezia 1761). ISBN 881712477X
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona famiglia]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona figliuola]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona figliuola maritata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona madre]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona moglie]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La burla retrocessa nel contraccambio]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La calamita de' cuori]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cameriera brillante]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La Cantarina]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona figliuola]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona figliuola maritata]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona madre]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La buona moglie]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La burla retrocessa nel contraccambio]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La calamita de' cuori]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cameriera brillante]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La Cantarina]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La casa nova]'', in "Opere", a cura di Gianfranco Folena, Editore Mursia, Milano, 1969.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cascina]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La castalda]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La contessina]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La conversazione]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La dama prudente]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La diavolessa]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna bizzarra]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di garbo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di governo (Commedia, di cinque Atti in Versi Martelliani)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di governo (Dramma Giocoso per Musica)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di maneggio]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna di testa debole o sia La vedova infatuata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna forte]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna sola]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna stravagante]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna vendicativa]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La donna volubile]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cascina]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La castalda]famiglia dell'',antiquario inossia "TutteLa lesuocera opere",e ala curanuora]'', diSignorelli Giuseppe Ortolanieditore, I Classici MondadoriMilano, 19551963.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La contessinafavola de' tre gobbi]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La conversazione]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La dama prudente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''La locandiera'', a cura di Gerolamo Bottoni, Carlo Signorelli Editore, Milano 1934.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le avventure della villeggiatura]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, Newton Compton Editori, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le Baruffe Chiozzotte]'', Edizioni scolastiche Mondadori, 1954.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le donne curiose]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le donne di buon umore]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le donne di casa soa]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, Newton Compton Editori, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le donne gelose]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le donne vendicate]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le femmine puntigliose]'', in "Commedie", a cura di Giuseppe Petronio, Rizzoli Editore, Milano, 1958.
 
*Carlo Goldoni, ''Memorie'', Arnoldo Mondadori Editore, traduzione di Paola Ranzini, Milano 1993.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Un curioso accidente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
22 023

contributi