Differenze tra le versioni di "Carlo Goldoni"

5 058 byte aggiunti ,  9 anni fa
Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia
(Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia)
(Aggiunti incipit, aggiornata bibliografia)
'''Cec.''' Le me par troppo grande.<br>
'''Liss.''' Se usa. La varda queste.
 
===''De gustibus non est disputandum''===
<center>Appartamenti.<br>ERMINIA ''e'' CELINDO, ''sedendo vicini l'uno all'altro in fondo della scena''. ROSALBA ''e il'' CONTE RAMERINO, ''ad un tavolino, giocando fra di loro alle carte. Il'' CAV. DI ROCCAFORTE, ''ad un altro tavolino, scrivendo''. DON PACCHIONE, ''sedendo da un altro lato, bevendo la cioccolata. Li sei Personaggi suddetti, ciascheduno stando al loro posto, cantano li seguenti versi, mostrando averli ciascuno in un foglio a parte. Poi la baronessa'' ARTIMISIA</center>
<poem>Il mondo è bel, perch'è di vari umori.
Vari sono degli uomini i capricci:
A chi piacciono l'armi, a chi gli amori,
A chi piaccion le torte, a chi i pasticci.
De' gusti disputar cosa è fallace;
Non è bel quel ch'e bel, ma quel che piace.</poem>
 
===''Gli amanti timidi''===
'''Fabr.''' Chiedo perdono. (''a Madama'')
'''Mad.''' Serva gli sono.</poem>
 
===''Il contrattempo''===
<center>Camera di Beatrice con tavoletta.<br>BEATRICE ''alla tavoletta'', CORALLINA ''che la serve''.</center>
'''Beat.''' Guarda un poco, Corallina, che ti pare di questi nèi? Li ho io distribuiti bene?<br>
'''Cor.''' La distribuzione è bella e buona, ma la novità mi fa un poco di specie.<br>
'''Beat.''' Qual novità? I nèi non li ho mai portati?<br>
'''Cor.''' Sì signora, li avete portati quando viveva il padrone, ma dacché siete vedova, quest'è la prima volta.
 
===''L'adulatore''===
'''Cor.''' Mangiate, che ve lo do volentieri. (Già il padrone non sa niente, ed io mi voglio far degli amici, per tutto quello che potesse nascere). (''da sé'')<br>
'''Arl.''' Alla vostra salute. (''beve'')
 
===''La contessina''===
<center>Camera di Pancrazio.<br>PANCRAZIO ''e'' LINDORO</center>
<poem>'''Pancr.''' Vieni fra le mie braccia, amato figlio.
Ma no, degno non sei
Della mia tenerezza. All'amor mio
Non corrispondi, no. Sei giorni sono
Che in Venezia sei giunto, ed oggi solo
A me veder ti lasci? Ah figlio amato,
Quanto piansi per te! Sei un ingrato.</poem>
 
===''La conversazione''===
<center>Camera di conversazione, con sedie.<br>MADAMA LINDORA, ''Donna'' BERENICE, ''Don'' FILIBERTO, ''Don'' FABIO, SANDRINO, GIACINTO ''e'' LUCREZIA, ''tutti a sedere bevendo la cioccolata''.</center>
<poem>'''Tutti'''
Che bevanda delicata!
Che diletto che mi dà!
Viva pur la cioccolata,
Che dà gusto e sanità.</poem>
 
===''La dama prudente''===
<center>Camera di donna Eularia.<br>COLOMBINA ''che sta facendo una scuffia, ed il'' PAGGIO.</center>
'''Col.''' Paggio, fatemi un piacere, datemi quelle spille.<br>
'''Pagg.''' Volentieri, ora ve le do. (''le va a prendere da un tavolino'')<br>
'''Col.''' Non vi è cosa che mi dia maggior fastidio, quanto il far le scuffie. Poche volte riescono bene. La mia padrona è facile da contentare; non è tanto delicata, ma se va in conversazione, subito principiano a dire: Oh, donna Eularia, quella scuffia non è alla moda. Oh, quelle ale sono troppo grandi! La parte diritta vien più avanti della sinistra. Il nastro non è messo bene; chi ve l’ha fatta? La cameriera? Oh, che ignorante! Non la terrei, se mi pagasse. Ed io non istarei con quelle sofistiche, se mi facessero d’oro.
 
===''Le avventure della villeggiatura''===
'''Ors.''' Xélo bon da vegnire de sottovènto?<br>
'''Pas.''' Si bèn, si bèn. Si i vien i nostri òmeni, i gh'ha el vento in pòppe.
 
===''Un curioso accidente''===
<center>Camera in casa di Mr. Filiberto.<br>GUASCOGNA ''allestendo il baule del suo padrone, poi'' MARIANNA</center>
'''Marian.''' Si può dare il buon giorno a monsieur Guascogna.<br>
'''Guasc.''' Sì, amabile Marianna, da voi mi è caro il buon giorno, ma mi sarebbe più cara la buona notte.<br>
'''Marian.''' Mi spiace, a quel ch'io vedo, che vi dovrò dare il buon viaggio.<br>
'''Guasc.''' Ah! cara la mia gioia, a una dolorosa partenza non può che succedere un viaggio disgraziatissimo.
 
===''Una delle ultime sere di Carnovale''===
<center>''Camera e lumi sul tavolino''</center>
''ZAMARIA, BALDISSERA, COSMO e MARTIN''
 
'''Zamaria''' Putti, vegnì qua. Stassera ve dago festa. Semo in ti ultimi zorni de carneval. Dago da cena ai mi amici; dopo cena se balerà quatro menueti; vualtri darè una man, se bisogna, e po magnerè, goderè, ve devertirè.<br>
'''Baldissera''' Sior sì, sior patron; grazie al so bon amor.<br>
'''Martin''' Semo qua a servirla, e goderemo anca nu le so grazie.
 
== Citazioni su Carlo Goldoni ==
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Buovo D'Antona]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Chi la fa l'aspetta o sia I chiassetti del Carneval]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm De gustibus non est disputandum]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''Gl'innamorati'', Newton Compton, Roma 1994.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Gli amanti timidi]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Caramella]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Chicchera]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il contrattempo]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'adulatore]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'Amante Cabala]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La cascina]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La castalda]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La contessina]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La conversazione]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La dama prudente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''La locandiera'', a cura di Gerolamo Bottoni, Carlo Signorelli Editore, Milano 1934.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le avventure della villeggiatura]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, Newton Compton Editori, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le Baruffe Chiozzotte]'', Edizioni scolastiche Mondadori, 1954.
*Carlo Goldoni, ''Memorie'', Arnoldo Mondadori Editore, traduzione di Paola Ranzini, Milano 1993.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Un curioso accidente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Una delle ultime sere di Carnovale]'', in "Opere", Mursia editore, 1969.
 
==Altri progetti==
21 970

contributi