Differenze tra le versioni di "John Locke"

*In questa identità personale ha fondamento tutto il diritto e la giustizia del premio e della punizione. (p. 346)
*Se bene intendo, persona è il nome di questo io. Dovunque un uomo trovi ciò che egli chiama sé stesso, là, io penso, un altro può dire che si trova la stessa persona. È un termine forense, inteso ad attribuire le azioni e il loro merito; e perciò appartiene solo agli agenti intelligenti, suscettibili di una legge, e di felicità e infelicità. (p. 353)
*Inoltre, noi abbiamo conoscenza della nostra esistenza per intuizione; dell'esistenza di Dio per dimostrazione, e delle altre cose per sensazione. (Realtà delle proposizioni esistenziali, SezioneLibro IV)
 
==Bibliografia==
Utente anonimo