Differenze tra le versioni di "Francesco Algarotti"

m (link)
*Gli epigrammisti in [[poesia]] sono come i fioristi in pittura.
*L'uomo non pensa mai all'avvenire se non quando li dà noia il presente.
*La [[Critica]] è venefica, e benefica.
*La [[Donna]] non pone tanto studio nel vestirsi se non perché l'uomo viemeglio desideri di vederla spogliata.
*La falsa letteratura è peggiore assai dell'ignoranza. Meglio è non si muover di luogo che far cammino e aver smarrito la via.
*La [[gelosia]] ha da entrar nell'amore, come nelle vivande la noce moscata. Ci ha da essere, ma non si ha da sentire.
*La [[ignoranza]] dell'uno è la misura della scienza dell'altro.
*Quel poeta che non saprà che la lingua volgare non sarà che un poeta volgare.
*Sotto alle più belle azioni ci è la [[vanità]], come sotto a' più bei ricami ci è lo spago.
42 716

contributi