Differenze tra le versioni di "George E. Kent"

m
Automa: Correzione automatica trattini in lineette.
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette.)
 
 
===Citazioni===
*Miró uomo si trasforma nel Miró pittore quando prende in mano il pennello. Allora tutto quello che gli vive dentro - i sogni, i sentimenti, la gioia, il dolore - gli si riversa all'esterno, per poi esplodere sulla tela. (p. 54)
*Miró rifiuta la qualifica di pittore astratto perché, insiste, ogni sua creazione trae lo spunto direttamente da un oggetto o da un'idea poetica. E in effetti la stranezza della sua arte svanisce se si considera che ogni sua opera si riduce a un altissimo esercizio di stenografia: simboli e ghirigori, che sono il suo modo di ridurre la realtà all'essenziale. (p. 60)
{{NDR|George E. Kent, ''I poetici ghirigori di Joan Miró'', ''Selezione dal Reader's Digest'', febbraio 1971}}
69 545

contributi