Differenze tra le versioni di "Juan Larrea"

m
(fonti in voci autore e tolgo la senza fonte)
*Non esistono opere belle ed eterne, bensì umilmente opere che in un tempo emozionano, alcune a un pugno di uomini, altre ad un altro. <ref>Margherita Bernard. ''LUDUS, ...'' op. cit. pag. 184.</ref>
*La poesia era per me come una valvola di fuga, un mezzo di consolazione, una sublimazione di ciò che non incontravo nel mondo. <ref>http://www.anabad.org/boletinpdf/pdf/XLV(1995)_4_9.pdf, pag. 11</ref>
*Sì, caro Gerardo, è chiaro che possiedo uno spirito nomade; il mio ideale sarebbe lasciare, come Rimbaud, letteratura e casa (che in me, come in lui, sono soltanto sinonimo di inerzia) per l'avventura costante, per il ritmo del cammino (da ''Lettera a Gerardo Diego'') <ref>Lettera a Gerardo Diego (5 agosto 1979), pubblicata in ''Cartas a la cueva'', settembre 1979 - Margherita Bernard. ''LUDUS, ...'' op. cit. pagg. 184-185 (nota a pie' di pagina)</ref>
 
== ''Versione Celeste'' ==
20 331

contributi