Differenze tra le versioni di "Café Express"

m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici"
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette)
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici")
{{*|'''Padre del morto''' {{NDR|per spiegare il pianto di una donna}}: Sta troppo dispiaciuta... <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma che è stato? <br/> '''Madre del morto''': Mio figlio lavorava dentro a 'na cava, è venuto a chiovere e s'è sgarrupato tutto... alla cava di chillo signore là. <br/> '''Padre del morto''': Ha passato il guaio pure lui, poveraccio! non lo teneva neanche assicurato mio figlio! <br/> '''Michele Abbagnano''': Ah...! <br/> '''Padre del morto''': Lo faceva lavorare pe' carità. <br/> '''Madre del morto''': È stato tanto buono... ci ha portato a vedere il funerale tutti quanti, a spese sue... <br/> '''Michele Abbagnano''': Non v'ha fatto pagà neanche il biglietto, eh? <br/> '''Padre del morto''': No... niente... <br/> '''Michele Abbagnano''': Eh che brava persona!}}
 
* '''Michele Abbagnano''': Ho saputo della disgrazia. <br/> '''Il padrone della cava''': Ah sì? <br/> '''Michele Abbagnano''': Eh beh, sono guai, eh... adesso voi per esempio, comme fate alla cava senza il guardiano? <br/> '''Il padrone della cava''': Ci metto un cane mastino! <br/> '''Michele Abbagnano''': Buono, eh, ma quanto vi costa? quelli i mastini mangiano assai: pasta, carne... io per esempio la carne non la mangio mai... <br/> '''Il padrone della cava''': Ma il mastino abbaia! <br/> '''Michele Abbagnano''': Sissignore... ma abbaia solamente, io invece so anche telefonare... <br/> '''Il padrone della cava''': A chi? <br/> '''Michele Abbagnano''': Non so, ai carabinieri, se vengono i ladri... <br/> '''Il padrone della cava''': Eh, ci mancano solo i carabinieri dentro la cava mia! non complichiamo le cose, quello il mastino quando abbiaia i ladri se ne scappano! <br/> '''Michele Abbagnano''': Eh già, se scappano... <br/> '''Il padrone della cava''': E se non se ne scappano li sbrana! <br/> '''Michele Abbagnano''': Beh, a sbranare i cristiani io forse non so' capace, quello ci vuole una vocazione speciale... però volendo so anche abbaiare, volete sentire?
 
{{*|'''Antonio Cammarota''': No io capisco che sei preoccupato, ma non te la puoi pigliare cò 'mmè <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma chi ha detto che se la piglia cò 'ttè <br/> '''Antonio Cammarota''': E tu ti alteri! <br/> '''Michele Abbagnano''': E perchè sto incazzato! <br/> '''Antonio Cammarota''': Ma io che c'entro? <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma chi ti ha detto che sto incazzato cò 'ttè? <br/> '''Antonio Cammarota''': E noi qua due siamo! <br/> '''Michele Abbagnano''': E io sto incazzato cò 'mmè, va bene? posso esser incazzato cò 'mmè? }}
 
* '''Imbastaro''': Ah, bravo bravo, ci voleva proprio un cappuccino... <br/> '''Michele Abbagnano''': Un momento, questo è per il Cavaliere delle Nazioni Unite... <br/> '''Imbastaro''': Quali Nazioni Unite? <br/> '''Michele Abbagnano''' {{NDR|indicando le iniziali sul cappello dello spazzino addormentato}}: N – U: il Cavaliere porta gli aiuti ai terremotati del Sud ...<ref>Si riferisce al terremoto del 1968 nel Belice, in Sicilia.</ref><br/> '''Imbastaro''': Ma come, quello mi ha detto che porta il camion d'à monnìzza . <br/> '''Michele Abbagnano''': E secondo voi, le Nazioni Unite che ci portano ai terremotati del Sud?
 
{{*|'''Viaggiatore alto''': E allora due caffé <br/> '''Michele Abbagnano''': Lunghi?<br/> '''Viaggiatore alto''': No, perché? <br/> '''Michele Abbagnano''': Così... scendete giù voi a pigliarveli o ve li porto su io?}}
* '''Suor Camilla''': Pss! sentite! <br/> '''Michele Abbagnano''': Dite... <br/> '''Suor Camilla''': Mi fate una cortesia? <br/> '''Michele Abbagnano''': Certamente... <br/> '''Suor Camilla''': Mi chiamate il capotreno? <br/> '''Michele Abbagnano''': ...Io? <br/> '''Suor Camilla''': Io non mi posso muovere, c'ho le bambine! <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma pecché, ch'è stato? <br/> '''Suor Camilla''' {{NDR|indicando uno scompartimento chiuso}}: Quei due la dentro... non avete visto che stanno facendo? <br/> '''Michele Abbagnano''': Che stanno facendo? <br/> '''Suor Camilla''': E guardate... <br/> '''Michele Abbagnano''': Qua non si vede niente, stanno le tendine chiuse! <br/> '''Suor Camilla''': Eeeh, ma se vi mettete qua, in punta di piedi, e guardate di traverso... si vede tutto! <br/> '''Michele Abbagnano''': E voi non vi mettete qua, in punta di piedi, e non guardate di traverso, e così non vedete niente!
 
{{*|'''Michele Abbagnano''': Ma che hai fatto a 'sta mano? <br/> '''Operaio''': La pressa m'ha scamazzato il dito mignolo. <br/> '''Michele Abbagnano''': Ah, bbuono! allora puo' piglià 'a pensione? <br/> '''Operaio''': Ennò, quella ce ne volevano almeno due... <br/> '''Michele Abbagnano''': Ah, che peccato... sei stato sfortunato! <br/> '''Operaio''': E a te quanno te rann' e' pensione? <br/> '''Michele Abbagnano''': Ammè? niente! <br/> '''Operaio''': Ma pecchè, nun t'à spetta? <br/> '''Michele Abbagnano''': Mi aspetta ma nun me la danno... <br/> '''Operaio''': Almeno la pratica l'hai aperta? <br/> '''Michele Abbagnano''': No, per aprire l'ho aperta eh, so' anni che sta aperta... <br/> '''Operaio''': E allora che aspettano? <br/> '''Michele Abbagnano''': E che aspettano... che mmoro, così la chiudono...}}
 
* '''Michele Abbagnano''' {{NDR|porgendo un thermos al barista della stazione}}: Mi fate una cortesia, mi scaldate un poco il latte per il bambino? <br/> '''Barista''': Subito subito! <br/> '''Michele Abbagnano''': Grazie! <br/> '''Barista''': Prego! <br/> '''Michele Abbagnano''': Uei! vero café espress! {{NDR|porge al barista un altro thermos}} una sbruffata pure a quest'... <br/> '''Barista''': E quanto bbeve 'stu guaglione? <br/> '''Michele Abbagnano''': E dobbiamo arrivare in Germania... grazie... {{NDR|prendendo alcune bustine di zucchero}}: quante ne spettano? <br/> '''Barista della stazione''': Eeh, cumm' ve piace! <br/> '''Michele Abbagnano''': Assai zuccherato! {{NDR|prende altre bustine}} ...però ce le metto dopo, il viaggio è lungo, eh!
 
{{*|{{NDR|Militari fermano Michele Abbagnano parlando un linguaggio incomprensibile e ispezionano il suo cestino}} <br/> '''Michele Abbagnano''': Sò patane<ref>''Patate'' nel dialetto campano.</ref> , pane e patane... <br/> '''Militare''': Le patane? <br/> '''Michele Abbagnano''' {{NDR|credendoli tedeschi}}: Kartoffeln!<ref>''Patate'' in lingua tedesca.</ref> <br/> '''Militare''': Kartoffeln? <br/> '''Michele Abbagnano''': Kartoffeln, patane! <br/> {{NDR|arrivano altri militari con pastori tedeschi}} <br/> '''Michele Abbagnano''': Io nichte! io kameraten!<ref>''Io niente, io camerata'' in lingua tedesca maccheronica.</ref> <br/> '''Militare''': kameratenKameraten? <br/> '''Michele Abbagnano''': Kameraten, kartoffeln! <br/> '''Militare''': Kartoffeln? <br/> '''Altro militare''': Ma che cazzo state dicendo? <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma siete italiani? <br/> '''Altro militare''': Siamo dell'Orobica...<ref>Brigata alpina ora soppressa, utilizzata anche per la sorveglianza delle linee ferroviarie.</ref> <br/> '''Michele Abbagnano''': Però parlate italiano! <br/> '''Altro militare''': Beh, insomma... questi son quasi tutti quanti bergamaschi... stiamo cercando le bombe sulla linea, è per questo t'hanno fermato. Che tieni e' bbombe tu? <br/> '''Michele Abbagnano''': Sì sì, comme no... <br/> '''Altro militare''': Eh? <br/> '''Michele Abbagnano''': No no, comme sì, che bombe! <br/> '''Altro militare''': Ti sei fatto bianco bianco, te sei messo paura? <br/> '''Michele Abbagnano''': No, e quella ce l'ho sempre... quella è paura di avere paura...}}
 
* '''Improta''': Permettete una domanda? <br/> '''Michele Abbagnano''': Dito! <br/> '''Improta''': Voi siete cattolico? <br/> '''Michele Abbagnano''': No, io so' disoccupato... <br/> '''Improta''': Oh, e fate male a non credere, perché il Padreterno questa notte ha voluto preparare due grazie, proprio per voi... <br/> '''Michele Abbagnano''': Veramente? <br/> '''Improta''': Quello vede tutto, evidentemente ha capito che voi avete bisogno di soldi... <br/> '''Michele Abbagnano''': E c'ha messo quarantacinqu'anni per se ne accorgere! <br/> '''Improta''': E che sono di fronte all'eternita! <br/> '''Michele Abbagnano''': E faciteme capì, mo' questo Padreterno, in cambio, che volesse da me? <br/> '''Improta''': Eh eh, niente, una piccola informazione... voi, quando vendete il caffé, volente o nolente voi vi accorgete a chi tiene il portafoglio più gonfio... e voi lo dite a me... <br/> '''Michele Abbagnano''': E voi volente o nolente glielo sgonfiate... <br/> '''Improta''': No, volente! <br/> '''Michele Abbagnano''': Ho capito... oh, ma la grazia dove sta? <br/> '''Improta''': Oh... il Padreterno nella sua infinita misericordia, vi prepara ogni sera per voi una bbella ventimila lire... <br/> '''Michele Abbagnano''': E io addivento ladro per grazia divina... sentite a me... dite a questo vostro Padreterno che non mi avete trovato. <br/> '''Improta''': Però vi siete dimenticato della seconda grazia... <br/> '''Michele Abbagnano''': No, se è come la prima non la voglio neanche sentire! <br/> '''Improta''': No, è diversa, quello il Padreterno vi vuole avvertire che facendo così andate incontro a qualche dispiacere, con frattura degli arti inferiori e superiori, e degenza ospedaliera con prognosi riservata! <br/> '''Michele Abbagnano''': Questo castigo di Dio per mancata collaborazione chi me lo porterebbe? <br/> '''Improta''': Diodato Amitrano detto 'o pazzo! <br/> '''Michele Abbagnano''': E chi è? <br/> '''Amitrano''' {{NDR|Sbarrandogli la strada con un braccio}}: Song' io! <br/> '''Michele Abbagnano''': Uè, ha mandato pure l'Arcangelo Gabriele, oì... <br/> '''Amitrano''': E allora? <br/> '''Michele Abbagnano''': E allora... eh... e allora se la situazione è questa se ne può discutere... <br/> '''Improta''': Eh, e lo sapevo! <br/> '''Michele Abbagnano''': Ma non qua... è una cosa troppo delicata... <br/> '''Amitrano''': E dove? <br/> '''Michele Abbagnano''': Qua. {{NDR|Apre uno scompartimento dove si trovano dei carabinieri}} Maresciallo egregio, tengo due belle sorprese per voi... accomodatevi... <br/> '''Improta''': Ah, no, grazie magari... ne parliamo dopo eh? <br/> '''Amitrano'''. Però ne parlamm', hai capito?
 
{{*| {{NDR|nel tentativo di sfuggire al controllo dei biglietti, Michele Abbagnano cerca di entrare nel gabinetto del treno}} <br/> '''Voce dal gabinetto''': È occupato! <br/> '''Michele Abbagnano''' {{NDR|mette un piede sulla porta del gabinetto}}: Biglietti prego... <br/> '''Voce dal gabinetto''': Ah, sì un momento, subito... <br/> '''Michele Abbagnano''': Allora? <br/> '''Operaio''': Eee lo sto cercanno... ma proprio adesso ve serve, non potete ripassare? <br/> '''Michele Abbagnano''': Eh, no! {{NDR|I controllori si avvicinano}} <br/> '''Voce dal gabinetto''': Ah, eccolo qua, tieni, piglia! <br/> {{NDR|Abbagnano afferra il biglietto, subito dopo arrivano i controllori}} <br/> '''Controllore''': Biglietto... <br/> '''Michele Abbagnano''': Ah... mi scordo sempre dove lo metto {{NDR|finge di cercare il biglietto, poi lo porge al controllore}} <br/> '''Controllore''' {{NDR|timbra il biglietto}}: Grazie... <br/> '''Michele Abbagnano''': Prego! {{NDR|aspetta che i controllori si allontanino, poi restituisce il biglietto timbrato all'uomo nel gabinetto}}: Grazie... <br/> '''Voce dal gabinetto''': Prego!}}
69 545

contributi