Tommaso Mazzoni

Iscritto il 13 set 2008
m
Modifica dell'aforisma d'inizio pagina
m (Aggiunto un aforisma.)
m (Modifica dell'aforisma d'inizio pagina)
«VERSO UNA NUOVA BARBARIE?» <br-/> «La nostra società ha lasciato che venisse a crearsi il vuoto, che tutti gl'ideali venissero a declinarsi, che, in bocca, restasse soltanto l'amaro. Un amaro, che se non viene mitigato dall'amore, lascia però spazio a che si stemperi con l’illusoria droga. Gl'ideali procurano serenità; l'amaro in bocca, quel genere di amaro, a volte e purtroppo, può invece generare morte... Riflettiamo, ma soprattutto riflettete, o grandi, che dicono essere voi a "reggere" le sorti del mondo! Utile creare macchine, sofisticati strumenti, mezzi e quant’altro; prodotto interno lordo e tassi su e tassi giù, ma anche altre strade occorrerebbe percorrere. Perché non riflettere e dare, o ridar vita a quel tanto semplice genere che possa fornire, a un’umanità troppo spesso disumanizzata, l’altroa semplice quanto indispensabilequell’indispensabile frutto chiamato coscienza? Si vuole lasciare che si aprano le porte ad un mondo, che è il nostro pur così civilizzato mondo, apra le porte alla barbarie? Si vuole davvero questo? Allora andiamo pure avanti così!». Tommaso Mazzoni (n. 1928), Aforismi e pensieri.
 
«In Italia a fare la dittatura non è tanto il dittatore, quanto la paura degli italiani e una certa smania di avere un padrone da servire. Lo diceva Mussolini: "Come si fa a non diventare padroni di un paese di servitori?"». Indro Montanelli (1909-2001), da Aforismi@particelle.net
45

contributi