Differenze tra le versioni di "Isacco della Stella"

nessun oggetto della modifica
(qui da Isaac of Stella)
'''Isacco della Stella''' (1100 – 1169), monaco inglese.
 
*Questo mondo visibile serve il signore, l'uomo, in due modi: alimentandolo insegnandogli. Questo buon servo che è il mondo, alimenta e insegna, a patto che l'uomo non sia un cattivo signore.<ref name=Mer>citato in [[Thomas Merton]], ''Presentazione a "Canto all'amore"'' di [[Ernesto Cardenal]], Cittadella Editrice, 1982)</ref>
*Sciocco e sfortunato è il cattivo signore i cui occhi possono vedere fino al termine della terra per vedere soltanto tenebre, obbligando il mondo a servire il suo stomaco e il suo corpo. Egli non sa il fine per cui fu creato il mondo. Crede che Dio abbia creato il mondo per un piccolo stomaco.<ref (citato in [[Thomas Merton]], ''Presentazione a "Canto all'amore"'' di [[Ernesto Cardenal]], Cittadella Editrice, 1982)name=Mer></ref>
 
==''Discorsi''==
*Egli {{NDR|Gesù}} annullò ciò che era del [[diavolo]], assunse ciò che era dell'uomo, donò ciò che era di Dio.
*Isaac de Stella conosce certamente il senso e l'importanza dell'alimento e conosce l'allegria dei banchetti. Dio stesso si è dato a noi come pasto nei banchetti eucaristici, perché l'uomo potesse comunicare con Dio nei doni della terra e nei frutti del suo lavoro. Isaac conosce l'allegria del vino e della festa, ma vede in tutto ciò solamente un'immagine del godimento più elevato dell'amore, nel quale Dio ci dà il suo Spirito come un «torrente di delizie che inebria col fervore della carità». ([[Thomas Merton]])
*L'amore per Isaac, è il vino divino che ci inebria e rende folli. Dio vuole che beviamo questo vino, ma noi abbiamo paura. Tuttavia egli moltiplica i suoi inviti. ([[Thomas Merton]])
==Note==
<references />
 
==Altri progetti==
15 808

contributi