Differenze tra le versioni di "Giggi Zanazzo"

m
niente opere complete, wikifico
m (niente opere complete, wikifico)
[[Immagine:Zanazzo.jpg|thumb|right|140px|Giggi Zanazzo]]
'''Giggi Zanazzo''' (1860 – 1911), poeta romano.
 
*''So' bborghiciano, so': nun ero nato | che bbazzicavo ggià ddrento Palazzo: | mi' padre me sce messe da regazzo | e, ggrazziaddio, sci-ò ssempre lavorato.'' (da ''Borghiciano'', in ''Li quattro mejo fichi der bigonzo''<!--, Giggi Zanazzo
==Sonetti==
Poesie romanesche
a cura di Giovanni Orioli;
Avanzini e Torraca Editori;
Roma, 1968, 3 voll.;
vol. secondo, pp. 435-6 ?-->{{da controllare|fonte precisa?})
 
==Altri progetti==
LI QUATTRO MEJO FICHI DER BIGONZO
{{interprogetto|w|s=Autore:Giggi Zanazzo}}
 
[[Categoria:Poeti italiani|Zanazzo, Giggi]]
I.
'''Borghiciano'''
 
So' bborghiciano, so': nun ero nato
 
che bbazzicavo ggià ddrento Palazzo:
 
mi' padre me sce messe da regazzo
 
e, ggrazziaddio, sci-ò ssempre lavorato.
 
 
Pe' ffatigà, fratello, ho ffatigato,
 
da fanello ero sverto com'u'razzo;
 
ma da un ber pezzo in qua nu' me strapazzo;
 
perché sso' vvecchio e mm'hanno ggiubbilato.
 
 
Bàzzico er Vaticano tutt'er giorno,
 
conosco er papa, so li fatti sui,
 
e de quelli maggnoni che cci-à intorno,
 
 
Pe'mme, 'nsino che ddura è 'na cuccagna,
 
ma nun sia mai me se morisse lui,
 
lo possino scannà, ccome se maggna?