Differenze tra le versioni di "Giobbe Covatta"

1 217 byte aggiunti ,  11 anni fa
citazioni
(citazioni, link)
(citazioni)
*E il serpente guardò [[Adamo]] e disse: «Chillo è n'ora che va parlanno co' nu porco... Ti pare intelligente?»<ref name=giobbe />
*E il Signore disse: «Donna, tu partorirai con gran dolore. Uomo, tu lavorerai con gran sudore, ammesso che troverai lavoro. E la Terra produrrà spine e sofferenze». E [[Adamo]] disse: «Ma santo Dio, tutto questo per una mela? Domani te ne porto un chilo...»<ref name=giobbe />
*E il Signore disse: «[[Adamo]], non fare il cretino, e smetti di fornicare»<br>«E va be', e le mele no, e fornicare no... Tu hai bisogno di uno psicanalista!» (p. 24)
*È lecito chiedersi come Caino e Abele abbiano potuto generare l'umanità.
*E cominciò a piovere.<br>Dapprima piovve poco, e fu il pediluvio.<br>Poi cominciò a piovere che [[Dio]] la mandava e quello fu veramente il diluvio. (p. 51)
*E l'Arca atterrò sul monte Arafat, e intorno era tutto fango.<br>E Noè disse: «Signore, ma qui è tutto fango!»<br>E il Signore rispose: «Dove pensavi di arrivare? A [[Porto Cervo]]?» (p. 52)
*In quel tempo il Signore aveva deciso di distruggere Sodoma, città di sodomiti. In questo luogo, come dice la parola stessa, si praticava la sodomia, e tutti si conoscevano l'un l'altro facendo una grande confusione, perché gli uomini erano diventati come donne, ma dall'altra parte, e nessuno si affacciava al davanzale perché anche in famiglia ci si fidava poco.
*E gli Angeli in coro dissero: «Signore, passi per Sodoma, città di Sodomiti, ma... Perché hai distrutto anche Gomorra?» E il Signore rispose: «Mah... Gomorra città di Gomorroidi... Mi faceva un po' schifo!»
*Il Signore aveva detto: «Pioverà per quaranta giorni», ma poi si distrasse, si dimenticò di Noè, e dopo centocinquanta giorni pioveva ancora.
*Mosè. Quest'uomo che tanto ha dato al ciclismo in Italia e nel mondo.<ref name=giobbe />
*Il Faraone allora mandò a chiamare Giuseppe e gli disse: «Ho fatto un sogno. Ho sognato sette vacche grasse e noi le mangiavamo. Poi ho sognato sette vacche secche e noi mangiavamo anche quelle. Però con le vacche grasse ci sfamavamo, e con quelle secche no»<br>E Giuseppe disse: «Il sogno sta a significare che con le vacche grasse si mangia di più che con le vacche secche»<br>«Bravo!» disse il Faraone, colpito dalla risposta di Giuseppe, e lo nominò Presidente della Repubblica.<br>Il Faraone gettò così le basi e le premesse della politica moderna. E uno che faceva i tarocchi fu nominato Ministro degli Esteri, e uno che muoveva le orecchie fu fatto Presidente del Consiglio, e un funambolo e un equilibrista Ministri del Tesoro e delle Finanze.<br>E da allora i criteri per le scelte politiche non sono mai stati modificati. (p. 84)
*Era sempre l'anno 1 avanti Cristo, una scura notte di pediluvio, solo un po' più tardi. In un'altra umile casa della Palestina si sentì la stessa voce: "Ave Maria, sono Gabriele!" "Molto piacere signor Gabbiano..." "Non sono un gabbiano, ma tu sei proprio Maria?" "Certo signor Pellicano..." "Sei proprio Maria di Nazareth?" "No, sono Maria di [[Nocera Inferiore]], fa lo stesso? Hei, signor Fenicottero, dove scappa, non le piace Nocera?"
*Il giorno dopo era sabato: giorno interamente dedicato alla schedina. Gli anziani, davanti al bar dello sport, commentavano: «Lazzaro non può fare la mezzala, sta in piedi per miracolo...»
15 808

contributi