Differenze tra le versioni di "Arno Schmidt"

1 955 byte aggiunti ,  11 anni fa
''Brand's Haide'' e Günter Grass
m (refuso imperdonabile, collegamento)
(''Brand's Haide'' e Günter Grass)
*Qual maligno peculiare contrasto non offre il racconto ‹evangelico› della ‹pesca di Pietro›, che il Redentore benedice con un miracolo espresso per cui le barche vengono riempite di bottino fin quasi ad affondare – con il contegno del gran pagano [[Pitagora]], che compra ai pescatori il loro ricavato mentre la rete si trova ancora sott'acqua: ''e dona la libertà a tutti gli animali impauriti!!: Chi di questi due'' potrebbe con più ragione venir chiamato un ‹figlio di Dio›? (5, p. 22)
*(Protesto in questa sede solennemente contro la falsa moneta verbale, che oggi circola senza tregua, della ‹cultura cristiano-occidentale›. Una ‹cultura cristiana› è, proprio per la diffamazione di arte e scienza lì imperante, una contraddizione in termini! La nostra cultura occidentale, poggiante sul mondo antico e sul Rinascimento, è nata in asprissimo conflitto ''contro'' le forze spiccatamente ''anticulturali'' del [[Cristianesimo]]! Perciò si metta fine alla cascata di sillabe altisonanti e assurde!) (9, p. 27)
 
==''Brand's Haide''==
*''Scendendo il pendio:'' (il pavone solare faceva la ruota nel cielo) i vasti orizzonti, conserti nei boschi, per miglia e miglia: [[uomo|uomini]] nel telescopio: l'ideale: vederli benissimo, ma senza intenderli, odorare, toccare. (I silenti, privi di tamburo, pacifici). (pp. 53 sg.)
*''Anche dirimpetto:'' Lore mi studiava, aruspicava dalla nuvolaglia del mio viso; infine chiese cauta, partecipe: «La musica ti prova così tanto?» Io implorai: «Tu: –» mi interruppi; : «sì» dissi amaramente: «l'[[arte]] in generale! – Sai, per me non è fronzolo della vita, un orpello da seratina, una cosa a cui guardare con simpatia dopo un giorno di duro lavoro; per me è l'inverso: è l'aria che respiro, l'unica cosa necessaria, tutto il resto è spurgo e latrina. Quand'ero ragazzo: avevo 16 anni allorché lasciai la vostra associazione. Quello che per voi è noioso: Schopenhauer, Wieland, La valle di Campan, Orfeo: fa la mia naturale felicità; ciò che a voi interessa alla follia: swing, cinema, Hemingway, politica: mi dà il voltastomaco. – Tu non puoi sapere; ma vedi bene che non sono «privo di sangue» o «arido», non più di voialtri: non m'innervosisco certo di meno, e mi entusiasmo, e conosco mostri, e detesto.» (p. 65)
*''Il vento, il vento:'' veniva a lunghi solchi, la testa bassa da bufalo trasvolava, sopra Brands-Haide, sopra la strada transitata, ad altezza di collina sopra nessuna foglia: poi si gettò nello spiazzo, sprizzando ghiaia fino a noi; tuttavia rimanemmo saldi, le braccia scarne avviticciate, Lore, io, Grete. (quarta di copertina)
 
==Citazioni su Arno Schmidt==
* Io non conosco alcuno scrittore che abbia ascoltato la pioggia in questo modo, che abbia concesso così spesso repliche al vento e assegnato alle nuvole nomi di famiglia tanto letterari. ([[Günter Grass]])
 
==Bibliografia==
*Arno Schmidt, ''Alessandro o Della verità'', traduzione di Emilio Picco, Einaudi, 1981 (1965).
*Arno Schmidt, ''Dalla vita di un fauno'' (1953), traduzione di Domenico Pinto, Lavieri, 2006. ISBN 8889312092
*Arno Schmidt, ''Ateo?: altroché'' (1957), traduzione di Dario Borso e Domenico Pinto, introduzione di Domenico Pinto, Ipermedium, S. Maria C.V., 2007. ISBN 9788886908726
*Arno Schmidt, ''Brand's Haide'' (1951), a cura di Domenico Pinto, Lavieri, 2007. ISBN 9788889312384
 
== Altri progetti==