Differenze tra le versioni di "Arno Schmidt"

1 649 byte aggiunti ,  11 anni fa
''Ateo?: altroché''
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici")
(''Ateo?: altroché'')
*Se solo risalissimo al Medioevo, quando ogni soldato era ritenuto "disonesto", pressapoco – e a ragione: il «nemico» non gli ha mai fatto nulla! Come 'na specie di boia, e ogni cittadino rispettabile si allontanava da lui. (p. 86)
*''Dei nuovi poeti:'' è così raro che un uomo afferri se all'orizzonte sia una finestra d'ufficio a brillare, o se lì stia per sorgere un grande corpo celeste. (E quando quest'ultimo poi orbita in alto, essi riposano nelle loro alcove coperte, e rantolano, e sognano dei grassi zamponi delle segretarie; o che non hanno superato gli esami di maturità): per chi scrivono di fatto i poeti? Per l'unico loro simile su centomila? (Perché anche quei pochi su diecimila, che potrebbero semmai essere interessati, i contemporanei non li scoprono affatto, e sono fermi nel migliore dei casi a Stifter). – Noo!: io scrittore mai! (E il "kitsch nazionalistico" è una pecora bianca: il nazionalismo è sempre kitsch!). (p. 92)
 
==''Ateo?: altroché''==
*Ma fu precisamente questo il caso di [[Gesù di Nazareth]]: non capiva né il greco né il romano, ''le'' due lingue su cui da centinaia d'anni ogni cultura degna di nota poggiava (e poggia!). Gli erano ignoti tanto Omero e Platone quanto Fidia ed Eratostene: ciò che asserisce gente simile, è per me già in partenza ''inaccettabile!''. Onde poter giudicare qualcosa, perlomeno devo prima averlo indagato! (5, p. 21)
*Qual maligno peculiare contrasto non offre il racconto ‹evangelico› della ‹pesca di Pietro›, che il Redentore benedice con un miracolo espresso per cui le barche vengono riempite di bottino fin quasi ad affondare – con il contegno del gran pagano [[Pitagora]], che compra ai pescatori il loro ricavato mentre la rete si trova ancora sott'acqua: ''e dona la libertà a tutti gli animali impauriti!!: Chi di questi due'' potrebbe con più ragione venir chiamato un ‹figlio di Dio›? (5, p. 22)
*(Protesto in questa sede solennemente contro la falsa moneta verbale, che oggi circola senza tregua, della ‹cultura cristiano-occidentale›. Una ‹cultura cristiana› è, proprio per la diffamazione di arte e scienza lì imperante, una contraddizione in termini! La nostra cultura occidentale, poggiante sul mondo antico e sul Rinascimento, è nata in asprissimo conflitto ''contro'' le forze spiccatamente ''anticulturali'' del Cristianesimo! Perciò si metta fine alla cascata di sillabe altisonanti e assurde!) (9, p. 27)
 
==Bibliografia==
*Arno Schmidt, ''Alessandro o Della verità'', traduzione di Emilio Picco, Einaudi, 1981 (1965).
*Arno Schmidt, ''Dalla vita di un fauno'' (1953), traduzione di Domenico Pinto, Lavieri, 2006. ISBN 8889312092
*Arno Schmidt, ''Ateo?: altroché'', traduzione di Dario Borso e Domenico Pinto, introduzione di Domenico Pinto, Ipermedium, S. Maria C.V., 2007. ISBN 9788886908726
 
== Altri progetti==