Differenze tra le versioni di "Edmondo Aroldi"

(continuazione citazione di Wilson, refuso)
(→‎Incipit: refuso)
==''Eric Ambler''==
===[[Incipit]]===
Quante buone ragioni hanno gli spregiatori seidei romanzi polizieschi! Uno di loro, e sono legione, dall'alto di una eccezionale esperienza di critico letterario e a chiusura di un polemico concetto a più voci pro e contro la letteratura gialla, scriveva nel 1945:<br>''Ai lettori accaniti di gialli allora io dico; per favore, non scrivetemi altre lettere per dirmi che non ho letto i libri giusti. E ai sette corrispondenti che sono del mio parere, dei quali alcuni mi hanno ringraziato per averli aiutati a liberarsi da un'abitudine che loro stessi consideravano una perdita di tempo e una degradazione dell'intelligenza, ma di cui erano divenuti schiavi per conformismo e per l'enorme suggestione degli invocati esempi di [[Woodrow Wilson]] e di [[André Gide]], a questi spiriti saldi e puri io dico: amici, rappresentiamo una minoranza, ma la letteratura è dalla nostra parte. Con tanti bei libri da leggere e da studiare e da conoscere, non c'è nessuna ragione di attediarsi con questo ciarpame. E con la penuria di carta che assilla gli editori e con tanti scrittori di prim'ordine che non riescono a farsi stampare, faremo bene a scoraggiare lo spreco di carta, che potrebbe essere destinasta a un uso migliore.'' {{NDR|[[Edmund Wilson]]}}
 
===Citazioni===
*{{NDR|[[Eric Ambler]]}} Un maestro del romanzo poliziesco e di spionaggio, un classico della narrativa sull'intrigo internazionale, e, guarda caso, uno scrittore di razza. (p. 6)
15 808

contributi