Differenze tra le versioni di "Gaio Lucilio"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 anni fa
m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici"
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici")
 
*<ref>Lucio Cornelio Lentulo Lupo è il principale colpevole della situazione di degrado [[politica|politico]] e giuridico, e pertanto va punito. Bisogna anzitutto individuarlo: ne segue un ritratto tanto impietoso quanto rapido. La [[castigo|punizione]] scelta è ingloriosa: il corrotto e [[gola|goloso]] politico [[morte|morirà]] d'indigestione a un banchetto! E quello che è considerato il verso conclusivo è uno [[scherzo|sberleffo]], che ruota attorno al doppio significato di ''Lupus'', che è sia nome di [[uomo (genere)|persona maschile]], sia il nome di un [[pesce]] pregiato, la spigola o il branzino (nel qual caso ''lupus'' sarebbe da considerarsi sinonimo di ''acarnae'', [[parole|parola]] traslitterata dal greco ''acharnē'').</ref> '''Dio 1''': Che aspetto ha l'[[uomo (genere)|uomo]], com'é l'espressione del volto?<br />'''Dio 2''': Il [[volto]] è così come l'aspetto: il resto è [[morte]], [[malattia]], [[veleno]].<br />'''Dio 3''': Li farò venire a cena, e agli intervenuti per prima cosa<br />darò a ciascuno ventresche di tonno e filetti di branzino.<br />'''Dio 4''': Ti uccidono, Lupo, sardelle e salsa di [[pesce]] siluro. (2003)
:'''''Deus I''''': ''Quae facies, qui vultus viro?'' (43 Marx)<br />'''''Deus II''''': ''Vultus item ut facies, mors cetera, morbus venenum.'' (44 Marx)<br />'''''Deus III''''': ''Ad cenam adducam, et primum hisce abdomina tunni<br />advenientibus priva dabo cephalaeaque acarnae.'' (49-50 Marx)<br />'''''Deus IV''''': ''Occidunt, Lupe, saperdae te et iura''<ref>"'''iura:''': conCon significato di «salse», non di «leggi»." ([[Francesco Della Corte]])</ref>'' siluri.'' (54 Marx)
 
===Libro VII===
69 545

contributi