Guido De Ruggiero: differenze tra le versioni

citazioni
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette)
(citazioni)
'''Guido De Ruggiero''' (1888 – 1948), storico della filosofia, professore universitario e politico italiano.
 
*{{NDR|La filosofia spinoziana}} è il documento di una nuova alleanza tra il presente e il passato. Alla fine del XVIII secolo, quando il cartesianesimo, come scuola filosofica in senso stretto, sarà già tramontato da un pezzo, il pensiero spinoziano {{NDR|[[Baruch Spinoza]]}}, appena riscoperto, avrà ancora qualcosa di nuovo e di vivo da dire al mondo. Esso darà alle insopprimibili esigenze metafisiche dello spirito umano, prima e dopo di [[Immanuel Kant|Kant]], quel fervore religioso, quell'afflato panico, quell'indirizzo unitario, senza i quali ogni metafisica inevitabilmente languisce. E darà ancora in una trasparente formulazione cartesiana, alcuni dei risultati più vitali di un secolare travaglio speculativo, come segno, e insieme come pegno, di una più larga collaborazione umana, al di sopra dei tempi. (da ''Storia della filosofia'', parte quarta, ''La filosofia moderna'', ''L'età cartesiana'', Laterza, Bari 1939)
*[...] la più efficace difesa della civiltà e della cultura... si è avuta in [[Italia]], per opera di [[Benedetto Croce]]. Se da noi solo una frazione della classe colta ha capitolato di fronte al nemico... a differenza di quel che è avvenuto in [[Germania]], moltissimo è dovuto al Croce. (da ''Nuova Europa''; citato in [[Leo Valiani]], ''La filosofia della libertà'', Edizioni di Comunità, Milano, 1963)
 
15 808

contributi