Differenze tra le versioni di "Henri Nouwen"

m
 
===Citazioni===
*Attraverso la [[preghiera]] possiamo far entrare nel nostro cuore il dolore e la sofferenza di tutti, tutti i loro conflitti e le loro angosce, tutti i loro tormenti e tutte le guerre, tutta la fame, la solitudine e la miseria, non per una qualche nostra grande capacità psicologica o emotiva, ma perché il cuore di Dio è diventato una cosa sola con il nostro.
*''Come posso pregare senza smettere, mentre sono occupato con molte altre cose?'' La risposta coinvolge il prossimo. Attraverso la mia carità, il mio prossimo diventa mio compagno nella mia preghiera e la trasforma in una preghiera incessante.
*Il potere della [[preghiera]] del cuore consiste precisamente nel trasformare in preghiera tutto ciò che è nella nostra mente.
*La quieta, semplice ripetizione di un unica parola ci può aiutare a discendere con la mente nel cuore. Questa ripetizione non ha nulla a che fare con una formula magica. Non è destinata a gettare un sortilegio su Dio o a costringerlo ad ascoltarci. Al contrario, una parola o una frase ripetute frequentemente ci possono aiutare a concentrarci, ad avvicinarci al centro, a creare una quiete interiore e, quindi, ad ascoltare la voce di Dio.
*Nel contesto della nostra cultura verbosa è significativo osservare che i Padri del deserto ci dissuadono dall'usare troppe [[parole]].
 
{{NDR|Henri Nouwen, ''La via del cuore. La spiritualità del deserto'', traduzione di L. Ferrari, Queriniana, Brescia, 2007}}
12 407

contributi