Differenze tra le versioni di "Ursula Le Guin"

*(...) il corretto uso della conoscenza è la soddisfazione interiore. (p. 134)
*Non si può cambiare niente dall'esterno. Stando al di fuori, guardando dall'alto, con un colpo d'occhio generale puoi scorgere le linee del disegno. Vedi cosa è sbagliato, cosa manca. Vorresti aggiustarlo. Ma non puoi annodare i fili. Devi esserci dentro, tesserli. Tu stesso devi esser parte del tessuto. (p. 156)
*Ogni sapere è particolare, ogni verità è parziale (...) Nessuna verità può rendere non vera un'altra verità. Ogni conoscenza è parte della conoscenza totale. (...) Una volta che hai visto lo schema più ampio, non puoi tornare a vedere la parte come il tutto. (p. 159)
 
====[[Explicit]]====
543

contributi