Differenze tra le versioni di "Erasmo da Rotterdam"

nessun oggetto della modifica
(+4)
*Osservate con quanta [[previdenza]] la natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della Follia.
*Pochissimi dei [[matrimonio|matrimoni]] già stretti potrebbero durare se tutti i passi fuori strada delle mogli non restassero celati per la cecità o la stupidità dei mariti.
*Quanto più un uomo invecchia, tanto più si riavvicina alla fanciullezza, finchè lascia questo [[mondo]] in tutto come un bambino al di là del tedio della vita e al di là del senso della [[morte]].
*Tutta la [[vita]] umana non è se non una commedia, in cui ognuno recita con una maschera diversa, e continua nella parte, finchè il gran direttore di scena gli fa lasciare il palcoscenico.
 
1 252

contributi