Differenze tra le versioni di "Gian Giorgio Trissino"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  12 anni fa
m
minuscolo (convenzione teatro)
m (link)
m (minuscolo (convenzione teatro))
==''Sofonisba''==
===[[Incipit]]===
'''SOFONISBASofonisba''': Lassa, dove poss'io voltar la lingua,<br>se non la 've la spinge il mio pensiero?<br>Che giorno e notte sempre mi molesta.<br>E come posso disfogare alquanto<br>questo grave dolor, che 'l col m'ingombra,<br>se non manifestando i miei martìri?<br>I quali ad un ad un voglio narrarti.<br>'''ERMINIAErminia''': Regina Sofonisba, a me regina<br>per dignità, ma per amor sorella<br>sfogate meco pure il cuor, che certo<br>non possete parlar con chi più v'ami;<br>né che si doglia più dei vostri mali.
===Citazioni===
*'''ERMINIAErminia''': La [[gloria]], e l'altro ben, che il mondo apprezza,<br>si truova pur in quell'altera vita. (p. 8)
*'''SOFONISBASofonisba''': Il dominar ti piace<br>mentre l'aspetti; e par cosa gradita;<br>ma come l'hai, sempre dolor ne senti. (p. 8)
*'''COROCoro''': Che il non sapere il male,<br>nol fa minore, anzi il consiglio intrica<br>e benché allor non sturbi alcun diletto,<br>c'induce a caso tale,<br>che 'l soccorso impedisce e 'l mal nutrica:<br>sì come l'ozio arreca al fin fatica,<br>così simil diletto apporta noia. (p. 10)
*'''COROCoro''': Ben areste cagion di pianger sempre, <br>se il pianto vi recasse alcun rimedio;<br>ma se v'annoia più, meglio è lasciarlo. (p. 16)
*'''SOFONISBASofonisba''': La [[vita]] nostra è come un bel tesoro,<br>che spender non si deve in cosa vile,<br>né risparmiar ne l'onorate imprese;<br>perché una bella e gloriosa morte<br>illustra tutta la passata vita. (p. 17-18)
*'''COROCoro''': Gran forza aver dovrebbon le [[Parola|parole]],<br>che son mosse dal cuore e dolcemente<br>escon di bocca d'una bella donna. (p. 25)
 
==Bibliografia==