Luc de Clapiers de Vauvenargues: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
===Senza fonte===
{{Senza fonte}}
*Amiamo persino le lodi che non crediamo sincere.
*Coloro che disprezzano l'uomo non sono grandi uomini.
*[[Critica]]re uno scrittore è facile. Il difficile è apprezzarlo.
*I consigli ritenuti più saggi sono sempre quelli meno adatti alla nostra situazione.
*I grandi pensieri vengono dal [[cuore]].
*Chi sa tutto soffrire può tutto osare. (1923)
*Come sono inutili anche i migliori consigli, quando le nostre stesse esperienze ci insegnano così poco!
*[[Critica]]re uno scrittore è facile. Il difficile è apprezzarlo. (1923)
*Disprezza i grandi progetti chi si sente incapace di grandi successi. (1923)
*Disprezziamo molte cose per non disprezzare noi stessi. (1923)
*La clemenza vale più della giustizia. (1923)
*La costanza è la chimera dell'[[amore]].
*La [[pazienza]] è l'arte di sperare. (1923)
*La [[schiavitù]] invilisce gli uomini a tal punto che se ne fa amare. (1923)
*La [[solitudine]] mette a dura prova la [[castità]].
*Se è vero che le nostre gioie sono brevi, la maggior parte delle nostre afflizioni non sono ben lunghe.
*Se non si scrive perché si pensa, è inutile pensare per scrivere.
*AmiamoTalvolta persinoamiamo anche le lodi che non crediamo sincere. (1923)
*Tutti gli uomini nascono sinceri e muoiono bugiardi.
*Un principe è grande e degno d'amore quando ha le virtù di un re e i difetti di un privato cittadino.
46 218

contributi