Differenze tra le versioni di "Egitto"

4 byte rimossi ,  12 anni fa
m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici"
m (sezione Jean Cocteau, interprogetto)
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici")
*In Egitto niente si decide e nulla si paga senza assumere atteggiamenti misteriosi e senza che il più ingenuo mercato prenda l'aspetto di losco traffico. Il più piccolo acquisto richiede una sceneggiatura fatta di occhiate e di conciliaboli.
*La Sfinge e le Piramidi sono uno scenario atto a spaventare un popolo credulo.
*La sfinge non è un enigma. Inutile interrogarla. È una risposta: « ''Eccomi'' », dice, « custodisco le tombe piene e custodisco le tombe vuote. Ciò ha poca importanza. La volontà di bellezza, il fuoco del genio, fenice umana, rinascono perpetuamente dalle loro ceneri. Perfino nella distruzione attingono a nuove forze. Siamo poche pietre miliari sparse per il mondo che riuniscono gli spiriti sparpagliati e li obbligano, malgrado le credenze morte e la velocità, a fare pellegrinaggi e soste ».
*Sulla carta d'Egitto, l'Egitto è una pietra funeraria.
*Temevo il lato colossale dell'Egitto: invece, i suoi colossi non sono smisurati e non disturbano l'armonia di una terra proporzionata agli uomini. È una razza di giganti e basta.
69 545

contributi