Differenze tra le versioni di "Clemente Mastella"

m
Automa: Correzione automatica trattini in lineette
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici")
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette)
*{{NDR|Presentando la propria candidatura alle primarie per la scelta del candidato premier dell'Ulivo}} Il Centro della politica non è un luogo astratto ma è un progetto per il futuro, un'idea, un percorso, un metodo, una storia, un'identità. La mia candidatura alle primarie del Centro-sinistra nasce con questa ostinata convinzione.
*Io ero un capo naturale. Ero considerato un intellettuale dalle mie parti, ai congressi Dc citavo [[Antonio Gramsci|Gramsci]], alle riunioni diocesane arrivavo con l'Espresso sotto braccio. (dall'intervista di Claudio Sabelli Fioretti, ''Sette'', 20 dicembre 2001)
*L'11 febbraio del 1994 avevamo il primo appuntamento ad Arcore per decidere le candidature. [...] [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] aveva interesse ad avere alcuni che fossero parte della Dc ma non quelli che erano stati in prima linea. E in più avanzò una singolare discriminante: non voleva quelli che erano stati raggiunti da un avviso di garanzia. È paradossale: Berlusconi oggi è incriminato - anche se io credo che sia una persona perbene - mentre allora per lui bastava un semplice avviso per farti fuori dalle liste. (citato ne ''La Stampa'', 23 gennaio 2004)
*{{NDR|Ai detenuti del carcere romano di Regina Coeli}} Sono più il Ministro vostro che non dei magistrati. (citato in ''[http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200606articoli/6039girata.asp Mastella: promuoverò amnistia e indulto]'', ''La Stampa'', 2 giugno 2006)
*{{NDR|Rispondendo a Beppe Grillo}} Con il Suo blog non avrà la possibilità, tanto facilmente, di farsi pubblicità attaccando un politico come me che non fa moralismo ma che ha sempre cercato, Le piaccia o meno, di mantenere comportamenti morali. L'etica non la si proclama con i megafoni, ma la si testimonia con la quotidianità. Ed è quello che mi sforzo di fare ogni giorno. La mia cultura e la mia formazione religiosa mi hanno sempre fatto pensare che se facciamo qualcosa per i più deboli, allora abbiamo fatto bene per l'intera società. E non sarà certo la Sua ironia, a farmi cambiare idea. (citato in ''[http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/07_Luglio/28/mastella.shtml Mastella attacca Grillo: «Sarò il tuo incubo»]'', ''Corriere della sera'', 28 luglio 2006)
69 545

contributi