Apri il menu principale

Modifiche

*Il cristianesimo è nato dal bisogno d'un mediatore; la mediazione non poteva essere che un riscatto, la cui necessità risale alla caduta dell'uomo. (p. 163)
*La verità eterna non ci chiede altro che la sincerità, e le basta la libertà per estendersi sul mondo. (p. 165)
*Una religione è tanto meno vera quanto più è nazionale, cioòcioè mista a scorie. (p. 166-167)
*I soli veri infelici, in un mondo ove quasi tutto è infelicità, sono, anche prescindendo dalle prospettive del cielo, quegli esseri umani che hanno perduto la fede. (p. 170)
 
==Bibliografia==
*Sofia Swetchine, ''Della verità del cristianesimo'' (''De la verité du christianisme''), traduzione di Raffaella Por, Edizioni Paoline, Bari 1962.
15 808

contributi