Johann Hermann von Riedesel: differenze tra le versioni

Citazioni/Refusi
Nessun oggetto della modifica
(Citazioni/Refusi)
===Citazioni===
*I SICILIANI<br>Mio caro [[amico]]: io ho creduto dover terminare qui il viaggio, intorno alla [[Sicilia]]. Prima d'abbandonare quest'isola, vi voglio fare una breve descrizione dei suoi abitanti, di cui si raccontono tante cose che fan poco onore al loro [[cuore]] e al loro carattere, e che non ispirano affatto fiducia. Questa nazione, così come tutti i popoli orientali, ha grande finezza, grande penetrazione, grandi talenti; ma essa, nello stesso tempo è molto portata a quella inclinazione alla voluttà, a quello spirito di astuzia e di artifizi che sembrano generalmente aumentarsi, a misura che avanzarsi verso il mezzogiorno. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, citato in: [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*I grani di [[Catania]], i suoi [[Vino|vini]], i suoi frutti, i suoi legumi, sono di una grandezza, di una qualità e di un'abbondanza straordinaria. Non vi è produzione che contragga il gusto sellodello zolfo, appunto come succede nelle vicinanze del [[Vesuvio]], imperocché l'[[Etna]] non contiene che pochissima materia solforosa; [...] (Joseph Hermann, barone di Riedesel, citato in: [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*La Cattedrale di [[Catania]] è la più bella e la più grande della [[Sicilia]], essa non è sovraccarica di molti ornamenti che il pessimo gusto ha introdotto in altre; all'incontro è decorata di una bella cupola, e tutto l'edificio porta l'impronta della maestà. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, citato in: [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*La nobiltà di [[Palermo]] è, come tutto il resto dell'[[Europa]], la scimmia delle mode Francesi. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*Le siciliane amano sinceramente e con violenza e fan vedere che il loro sesso è capace di costanza e di fedeltà. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*[...] non si è conservata cosa dell'antica Catania sopra il suolo attuale, avendo questa [[città]] diverse volte sofferto la stessa sorte di [[Ercolano]] e [[Pompei]]. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
*Se vi è luogo sulla [[terra]], che rappresenti la desolazione, lo sterminio, l'[[inferno]] stesso, esso trovasi nelle vicinanze di Catania. (Joseph Hermann, barone di Riedesel, [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.)
 
)
*[...] non si è conservata cosa dell'antica Catania sopra il suolo attuale, avendo questa [[città]] diverse volte sofferto la stessa sorte di [[Ercolano]] e [[Pompei]]. (Joseph Hermann, barone di Riedesel)
*Se vi è luogo sulla terra, che rappresenti la desolazione, lo sterminio, l'inferno stesso, esso trovasi nelle vicinanze di Catania. (Joseph Hermann, barone di Riedesel)
 
==Bibliografia==
*Joseph Hermann, barone di Riedesel, ''Reise durch Sicilien und Gross Griecheland'', Zurigo 1771, citato in: [[Rina La Mesa]], ''Scrittori stranieri in Sicilia'', Cappelli, 1961.
 
[[Categoria:Scrittori tedeschi|von Riedesel Hermann, Joseph ]]
15 808

contributi