Differenze tra le versioni di "Charles Péguy"

m
nessun oggetto della modifica
m (citato im)
m
'''Charles Péguy''' (1873 – 1914), scrittore francese.
 
==Citazioni==
*Il mondo è pieno di persone oneste. Si riconoscono dal fatto che compiono le cattive azioni con più goffaggine. (da ''Il denaro'')
*L'amnesia dell'eterno è il male del nostro secolo. (citato in Adolfo L'Arco, ''La Donna del Sanctus'')
*Quando tocchiamo il rapporto fra razza e nazione, e fra entrambe e il concetto di fede religiosa, passiamo dalla ''politique'' alla ''mistique''. (citato in [[George Steiner]], ''Totem o tabù'', in ''Nessuna passione spenta'', p. 144)
===Senza fonte===
{{Senza fonte}}
*C'è qualcosa di peggio che avere un'[[anima]] malvagia. È avere un'anima assuefatta.
*Che cosa ci dirà Dio se alcuni di noi andranno da Lui senza gli altri?
*Chi trascura di educare il proprio figlio all'[[amicizia]], lo perderà non appena avrà finito di essere [[bambino]].
*Il mondo è pieno di persone oneste. Si riconoscono dal fatto che compiono le cattive azioni con più goffaggine. (da ''Il denaro'')
*L'amnesia dell'eterno è il male del nostro secolo. (citato in Adolfo L'Arco, ''La Donna del Sanctus'')
*La [[libertà]] è un sistema basato sul coraggio.
*La [[Rivoluzione]] sociale sarà morale, oppure non ci sarà.
*La tirannia è sempre meglio organizzata della libertà.
*Quando tocchiamo il rapporto fra razza e nazione, e fra entrambe e il concetto di fede religiosa, passiamo dalla ''politique'' alla ''mistique''. (citato in [[George Steiner]], ''Totem o tabù'', in ''Nessuna passione spenta'', p. 144)
*Quanto vi è di più contrario alla salvezza, non è il peccato, ma l'abitudine.
*Quarant'anni è un'[[età]] terribile. Perché è l'età in cui diventiamo quello che siamo.
20 329

contributi