Differenze tra le versioni di "Ovvio"

4 byte aggiunti ,  13 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m (agg. Wilde)
m
*Non c'è nulla di più innaturale dell'ovvio. ([[Sherlock Holmes]] in ''Un caso di identità'' di [[Arthur Conan Doyle]])
*L'ovvio è quello che non si vede mai finché qualcuno non lo esprime con la massima [[semplicità]]. ([[Kahlil Gibran]], ''Sabbia e spuma'', traduzione di Tommaso Pisanti, Newton Compton)
*Le [[donne]] possiedono un istinto meraviglioso: hanno la capacità di scoprire tutto tranne l'ovvio. ([[Oscar Wilde]], ''Aforismi'', a cura di Alex R. Falzon, Mondadori, 2000)<ref>Il curatore avverte che le frasi sono state parzialmente manipolate togliendo, talvolta, riferimenti specifici (deittici), e non segnalando le omissioni. La traduzione è del curatore.</ref>
*È ovvio per noi amare [[Iddio]], anche se spesso ci chiediamo cosa mai Lui ci trovi in noi. ([[E. W. Howe]])
*Chi pensa davvero deve imparare ad andare oltre l'[[apparenza]] dell'ovvio e a immergersi nelle profondità abissali. ([[Romano Guardini]], ''Accettare se stessi'')
506

contributi