Simplicio: differenze tra le versioni

2 byte aggiunti ,  14 anni fa
m
Correzione trattini in lineette
Nessun oggetto della modifica
m (Correzione trattini in lineette)
'''Simplicio''' (490 - 560), filosofo e matematico greco.
*Il ragionamento di [[Zenone di Elea|Zenone]], assumendo che tutto ciò che è lungo uno spazio uguale a sé o si muove o è in quiete, e che nulla si muove nell'istante, e che sempre il mosso è lungo uno spazio uguale a sé in ogni istante, pare che proceda così: la freccia che si muove, che è in ogni istante lungo uno spazio uguale a sé, non si muove dal momento che nulla si muove nell'istante; ma ciò che non si muove è in quiete, dal momento che tutto o si muove o è in quiete; allora la freccia che si muove finché si muove è in quiete per tutto il tempo della traslazione. Ma che c'è di più paradossale di una cosa simile? (da ''Fisica''<ref>citato in Hermann Diels, Walthrer Kranz, ''I presocratici. Testimonianze e frammenti'', a cura di A. Pasquinelli, Einaudi, Torino 1976</ref>)
==Note==
69 545

contributi