Libro dei Giudici: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
*I cinque uomini continuarono il viaggio e arrivarono a [[Tel Dan|Lais]] e videro che il popolo, che vi abitava, viveva in sicurezza secondo i costumi di quelli di [[Sidone|Sidòne]], tranquillo e fidente; non c'era nel paese chi, usurpando il potere, facesse qualcosa di offensivo; erano lontani da quelli di Sidòne e non avevano relazione con nessuno. (18, 7)
*Quelli dunque [...] giunsero a Lais, a un popolo che se ne stava tranquillo e sicuro; lo passarono a fil di spada e diedero la città alle fiamme. Nessuno le prestò aiuto, perché era lontana da Sidòne e i suoi abitanti non avevano relazioni con altra gente. Essa era nella valle che si estende verso Bet-Recob. Poi i [[Dan (tribù)|Daniti]] ricostruirono la città e l'abitarono. La chiamarono Dan dal nome di [[Dan (patriarca)|Dan]] loro padre, che era nato da Israele; ma prima la città si chiamava Lais. (18, 27 – 29)
*Allora tutti gli Israeliti uscirono, da Dan fino a Bersabea e al paese di Gàlaad, e il popolo si radunò come un sol uomo dinanzi al Signore, a [[Mizpa]]. I capi di tutto il popolo e tutte le tribù d'Israele si presentarono all'assemblea del popolo di Dio, in numero di quattrocentomila fanti, che maneggiavano la spada. I figli di Beniamino vennero a sapere che gli Israeliti erano venuti a Mizpa. (20, 1 – 3)
 
==Citazioni sul ''Libro dei Giudici''==