Giuseppe Abozzi: differenze tra le versioni

==Citazioni di Giuseppe Abozzi==
 
=== Discussioni nell'Assemblea Costituente ===
 
*{{NDR|Durante la discussione sugli statuti speciali alle regioni del 27 giugno 1947}} Verrà un giorno in cui le Regioni non si contenteranno di quello che hanno e penseranno che se c'è qualche altra Regione che ha qualche cosa di più, di quel di più dovranno beneficiare anch'esse. E questo è un male, perché così avverrà che si parleranno cento lingue diverse, ma la sola lingua che non si sentirà più sarà la lingua sovrana dello Stato.<ref>{{Cita web|url=http://www.camera.it/_dati/Costituente/Lavori/Assemblea/sed164/sed164.pdf|titolo=Assemblea Costituente - Seduta di venerdì 27 giugno 1947|p=p. 5231|data=1947-06-27}}</ref>
 
*{{NDR|Sull'indipendenza della magistratura}} Qualcuno pensa che la Magistratura autonoma possa diventare una casta o una fazione. A me pare che questa paura sia vana: avrebbe un fondamento se il magistrato, oltre che applicare la legge la formasse, ma il magistrato non crea il diritto, lo dice. Egli è soggetto alla legge che lo difende quando la legge difende, lo colpisce quando la legge colpisce. La sua sorte - di fronte alla legge - è quella del comune cittadino.<ref name="AC288_1979">{{Cita web|url=http://www.camera.it/_dati/Costituente/Lavori/Assemblea/sed288/sed288.pdf|titolo=Assemblea Costituente - Seduta di mercoledì 12 novembre 1947|p=p. 1979|data=1947-11-12}}</ref>
 
*Io penso che forse [[Giuseppe Rensi]] è nel vero e l'idea di giustizia non ha l'universalità. Ma noi non dobbiamo fare la metafisica della idea di giustizia. Dobbiamo soltanto tentare di realizzare quel ''minimum'' di giustizia che è realizzabile quaggiù. Una luce piena di giustizia non illuminerà mai il mondo, ma un raggio di giustizia è lecito sperarlo.<ref>{{Cita web|url=http://www.camera.it/_dati/Costituente/Lavori/Assemblea/sed288/sed288.pdf|titolo=Assemblea Costituente - Seduta di mercoledì 12 novembre 1947|p=p. 1981|data=1947-11-12}}</ref>
 
==Note==
712

contributi