Bernardino Baldi: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(wlink, minuzie)
Nessun oggetto della modifica
'''Bernardino Baldi''' (1553 – 1617), matematico e poeta italiano.
 
==[[Incipit]] di ''Cronica de matematici''==
===[[Incipit]]===
[[Euforbo|EUFORBO di Frigia]] fu il primo de nominati fra Greci, che instituì le contemplationi Matematiche, e come scrive [[Diogene Laerzio|Laertio]], trovò le specolationi delle linee, e de triangoli scaleni. <br> [[Talete|TALETE]] accrebbe le cose di Euforbio; indi passato nell'Egitto imparò da Sacerdoti le dette discipline; onde tornato in Grecia seminò fra suoi le cose Geometriche, & Astronomiche.
 
===Citazioni===
*[[Pitagora|PITAGORA]] diede forma alla Geometria; separolla da la materia, e fecela più nobile; fù inventore de corpi regolari, e d'alcune propositioni famose. I Musici ancora riconoscono da lui i fondamenti di quella disciplina. Fù il primo assertore dell'harmonia de Cieli. (p. 2)
*[[Cristoforo Clavio|CRISTOFORO Clavio]] [...] vive hoggi in Roma connumerato ragionevolmente frà i primi Matematici del nostro secolo. [...] è huomo d'infinita fatica, ha scritto, e scrive molte opere [...]. (p. 143)
 
==Bibliografia==
*Bernardino Baldi, ''[https://gutenberg.beic.it/webclient/DeliveryManager?pid=825289 Cronica de matematici {{small|overo epitome dell'istoria delle vite loro}}]'', Angelo Antonio Monticelli, Urbino, 1707.
 
==Altri progetti==
{{interprogetto}}
 
{{s}}
 
{{DEFAULTSORT:Baldi, Bernardino}}