Il bar delle grandi speranze: differenze tra le versioni

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
*'''Zio Charlie''': Ok, due regole. Non ti farò mai vincere, mai. Se mi batti, saprai di avermi battuto, in modo onesto e leale, ma non ti farò mai vincere. E ti dirò sempre la verità. Ti ho visto nel cortile fare sport. Non sei molto bravo. E non migliorerai un granché. Quindi sarebbe saggio se tu, per evitare pianti, arrabbiature e soprattutto delusioni, trovassi altre attività che ti piacciono. Che cosa ami fare più di tutto?<br/>'''J.R.''': Mi piace leggere.<br/>'''Zio Charlie''': Anche a me piace. Sono bravo anche nello sport, io. Ma, la cosa della radio. Tu cerchi tuo padre nella radio. Tu pensi che tuo padre sia nella radio. Non è alla radio. Lui è uno stronzo che per caso è alla radio. Non ti aspettare che tuo padre ti salvi. E non fare sport. Non ho altro da dirti.
*'''La Voce {{NDR|al telefono}}''': Com'è sta lo zio Charlie?<br/>'''J.R.''': Come stai? Me l'ha chiesto.<br/>'''Zio Charlie''': Mi deve ancora trenta dollari.
*'''Zio Charlie''': Bevi, ti fai il culo, non porti i soldi come un ubriaco... Oh, e, vedi questo? {{NDR|mostra il portafoglio}} Il piccolo scomparto nel portafoglio, no? Qui tieni le tue scorte. Diciamo cento dollari, cinque, quello che vuoi, dipende dell'economia. L'importante è: quei soldi non berli mai e poi mai, chiaro? Che altro? Tenere le porte. Badare tua madre. Saper cambiare una gomma. Fare partire l'auto. Tutto qui. Cambiare una gomma, partire una macchina, badare a tua madre, non bere le scorte. Oh, un'altra cosa. Molto importante. Mai, in nessuna circostanza, picchiare una donna, anche se ti pugnala con le forbici.<br/>'''J.R.''': Chiaro.<br/>'''Zio Charlie''': Tutto qui. Scienza dei maschi.
*'''J.R.'''{{NDR|riferendosi ai libri dietro il bar}}: La persone possono leggere quei libri?<br/>'''Zio Charlie''': Se le perso...Che dici? Sei fuori?<br/>'''J.R.''': No, voglio dire, li posso leggere?<br/>'''Zio Charlie''': Come si chiama questo posto?<br/>'''J.R.''': Il Dickens?<br/>'''Zio Charlie''': Esatto. Charles Dickens. Sai chi era?<br/>'''J.R.''': Il proprietario?<br/>'''Zio Charlie''': Sì, li puoi leggerne. Leggi quelli che vuoi. Portali nella sala da poker e leggili. Serviti pure. E ssaisai che potrebbe accadere? Se leggi tanti libri, magari, se haohai fortuna, tu potrai diventare uno scrittore.<br/>'''J.R.''': E così fu. Da quel momento, volli diventare uno scrittore.
*'''Dorothy''': Tuo nonno ha una memoria fotografica. Conosce il greco e il latino. Ma guarda i mobili sono legati con il nastro adesivo, e lui scoreggia e dice che non l'ho fatta io. E dice "albicocche" senza ragione. Ecco cosa ha fatto andando al college.<br/>'''Nonno''': Eppure alla fine siete tornati tutti qui.<br/>'''Dorothy''': Ê un vecchio avido, pazzo bastardo. Non sei avaro con i soldi.<br/>'''Nonno''': Nonno: Non ne ho!<br/>'''Dorothy''': Sei avaro di amore...
*'''Dorothy''': Le donne sono fatte per diventare mogli e madri: è il suo punto di vista.<br/>'''Nonno''': Sei diventata uno di loro!<br/>'''Dorothy''': Smettila, vecchio stronzo! Poiché è avaro di amore ed empatia, io non ho potuto studiare ed è per questo tu, giuro su Dio, non so come farò, ma tu andrai ad Harvard o Yale.
 
10 027

contributi