Ernst Wiechert: differenze tra le versioni

+incipit, -stub
(rientra nei casi in cui si può correggere secondo WQ:TF)
(+incipit, -stub)
 
==Citazioni su Ernst Wiechert==
*[[Dolore|Tormentare]] un animale per un'ora è cattivo, ma tormentare un uomo, migliaia di uomini, non per un'ora, ma per anni, per la vita intera, anzi per molte vite, non è cattivo, è infame, è diabolico, sì, così diabolico che un Dio non potrebbe assistervi a meno che non sia un pazzo o il signore di tutti i diavoli.<ref>Da ''La signora'', Milano 1936; citato in S. Coppola, M. de Angelis, M. de Martini, M. G. Piccolo, Alessandra Sannia, Giulia Colomba Sannia e Tina Pucci, ''I saperi integrati, {{small|Proposte di nodi tematici e concettuali dell'area letteraria, linguistica, espressiva e scientifica per un lavoro interdisciplinare}}'', a cura di Giulia Colomba Sannia, Liguori Editore, Napoli, 2001, p. 472. ISBN 88-207-3186-X</ref>
 
==[[Incipit]] de ''La Signora''==
La Signora si fermò sul suo morello davanti a un boschetto di bassi pinastri e osservò l'avanzare dell'uomo attraverso la palude.<ref>Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, ''Incipit'', Skira, 2018. ISBN 9788857238937</ref>
 
==Citazioni su Ernst Wiechert==
==Altri progetti==
{{interprogetto}}
 
{{stub}}
 
{{DEFAULTSORT:Wiechert, Ernst}}
30 046

contributi