Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau: differenze tra le versioni

+1.
m (minuzie)
(+1.)
 
==Citazioni di Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau==
*L'[[uomo]] è coinvolto nel circolo di una grande legge: la legge del movimento impresso alla materia. Ogni ordine morale, ogni ordine sociale, ogni ordine nazionale o internazionale è sottoposto alla legge primitiva, essenziale, fondamentale della necessità fisica.<ref>Da ''Philosophie rurale'', vol. I, p. XVII; citato in Miglio, p. XX.</ref>
*La [[Prussia]] non è uno stato che possiede un esercito, è un esercito che possiede uno Stato.<ref>Citato in [[Alessandro Barbero]], ''Federico il Grande'', Sellerio, Palermo, 2017, [https://books.google.it/books?id=8vYnDwAAQBAJ&lpg=PT52&ots=8VclzV7Iim&dq=&pg=PT52#v=onepage&q&f=false p. 52]. ISBN 978-88-389-3702-6</ref>
*Ognuno è o crede di essere libero nella sua sfera, e ognuno è attratto dalla vista del proprio bene a concorrere al [[bene]] universale.<ref>Da ''Philosophie rurale'', vol. I, p. 50; citato in Miglio, p. XXI.</ref>
*L'uomo, come tutto il resto della creazione, è sottomesso e inglobato nelle leggi essenziali dell'ordine naturale [...] il termine fisiocrazia è inteso proprio in questo senso: è dalle cose che gli uomini sono governati.<ref>Da ''Précis de l'ordre légal'', Amsterdam, 1768, p. 216; citato in Miglio, p. XX.</ref>