Duello: differenze tra le versioni

966 byte aggiunti ,  6 mesi fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Citazioni sul '''duello'''.
 
*«Ah, il duello!», esclamò il conte. «Sull'anima mia, risibile modo di raggiungere il proprio scopo, quando lo scopo è la vendetta! Un uomo vi ha rubato la vostra amante, un uomo ha sedotto vostra moglie, un uomo ha disonorato vostra figlia. Di una vita intera, che aveva il diritto di aspettarsi la parte di felicità che Iddio ha promesso a ogni essere umano nel crearlo, egli ha fatto un'esistenza di dolore, di miseria o d'infamia, e voi vi ritenete vendicato perché a quest'uomo, che vi ha gettato il delirio nella mente e la disperazione nel cuore, voi avete sferrato un fendente in petto o piazzato una pallottola in capo? Suvvia, dunque! Senza contare che spesso è costui a uscire trionfante dalla tenzone, mondato agli occhi del mondo e in qualche modo assolto da Dio. No, no – rincarò il conte – se mai dovessi vendicarmi, non è in questo modo che mi vendicherei». ([[Alexandre Dumas (padre)|Alexandre Dumas]])
*C'è nulla di più giusto e di più naturale che tagliarsi la gola con qualcuno che vi cammina sui sui calli, o che si lascia a sfuggir qualche parola pungente in un momento d'ira, o che, infine, ha la disgrazia di piacere alla vostra dama?<br>Si va in un prato, e lì, come Nicola faceva col Borghese Gentiluomo di Molière, si tenta di tirar di quarta quando egli para di terza; e perché la vendetta sia completa e sicura gli si presenta il petto nudo, correndo il rischio di farsi ammazzare dal nemico per vendicarsi di lui — Come si vede, nulla di più logico; ma c'è della gente che biasima questa lodevole abitudine. Pure il più logico di tutto il resto si è che quelli stessi che la biasimano e che vogliono sia considerata come una colpa grave, tratterebbero senza riguardo alcuno colui che si rifiutasse di commetterla. Più d'un disgraziato ha perduto, per conformarsi al loro avviso, riputazione e impiego, di modo che quando si ha la disgrazia d'aver per le mani una faccenda simile, sarebbe bene ricorrere a un'estrazione a sorte per sapere se si debba rispettar la legge o seguir l'uso; e siccome la legge e l'uso sono in {{Sic|contradizione}}, anche i giudici potrebbero giocare la loro sentenza ai dadi! ([[Xavier de Maistre]])
*Ecco, guarda: in due parole ti rivelo tutto il segreto del duello. Se tu, prima di recarti a duello scrivi tanto di testamento e di lettere commoventi ai genitori, e ti metti a pensare che potresti essere ucciso, allora sei un balordo e, con ogni probabilità, sei bell'e spacciato: se invece tu ci vai con la ferma intenzione d'ammazzare quel tale nel modo più spiccio e più sicuro possibile, allora tutto andrà per il verso giusto, come mi diceva un giorno, là da noi a Kostroma, un cacciatore d'orsi. Anche l'orso, mi diceva, com'è possibile non averne paura? Ma quando l'hai davanti agli occhi, addio paura, badi soltanto che non ti sfugga! Be', proprio così faccio anche io... ''A demain, mon cher!'' (''[[Guerra e pace]]'')
==Voci correlate==
*[[Combattimento]]
*[[Duello di Dio]]
*[[Mensur]]
*[[Onore]]
*[[Vendetta]]
 
922

contributi