Radio: differenze tra le versioni

362 byte aggiunti ,  7 mesi fa
m
+1
m (+immagine)
m (+1)
 
*La radio e il [[cinema]] sono tra quei grandi automi che sempre più si occupano di dilettare le masse. ([[Friedrich Georg Jünger]])
*La radio è stata innovativa e non si è smarrita con la nascita della televisione. Con orgoglio, e magari poca lungimiranza, ingegneri, tecnici e giornalisti guardarono con diffidenza nel '54 all'avvio dei programmi TV, la radio che si vede. "Non avrà futuro" dicevano scuotendo la testa, fedeli alla forza evocativa, espressiva e puntuale del mezzo radiofonico. ([[Riccardo Cucchi]])
*La radio mi è stata utilissima per vivere al meglio la [[tv]]: innanzitutto, da un punto di vista tecnico, perché mi ha insegnato il controllo dei tempi; poi, umanamente, perché solo chi è abituato a lavorare per anni nel nascondimento della radio non si esalta quando la gente comincia a riconoscerlo per strada dopo due minuti di tv. ([[Andrea Sarubbi]])
*Non sono in molti a sapere che io ho posseduto la prima radio a Springfield! Non trasmettevano un granché allora! C'era soltanto [[Thomas Alva Edison|Edison]] che recitava l'alfabeto in continuazione. Prima diceva A...poi diceva B...e poi di solito seguiva una C... (''[[I Simpson (sesta stagione)|I Simpson]]'')
*Oggi tutto è miracolo. Premete un bottone, è il nevoso «Carbon bianco», la cascata delle montagne che vi illumina. Allacciate il capo di un filo a quel cofanetto, opera d'ebanisteria, e la voce di uomini lontani, la commovente voce della Radio, vi parla attraverso gli oceani. Abbassate quella leva: lo schermo scintilla, la [[Televisione]] entra in casa vostra. ([[Pierre Devaux]])
4 281

contributi