Differenze tra le versioni di "Antonio Tentori"

1 333 byte aggiunti ,  3 mesi fa
nessun oggetto della modifica
'''Antonio Tentori''', noto anche con lo pseudonimo di '''Anthony Trenton''' (1960 – vivente), scrittore e sceneggiatore italiano.
 
{{int|Da ''[https://www.horrormagazine.it/6848/intervista-ad-antonio-tentori Intervista ad Antonio Tentori]''|Intervista di Gianfranco Staltari, ''Horrormagazine.it'', 20 giugno 2012}}
{{int|Da l'''Arte del macabro''|Intervista di Claudio Bartolini, Lost Highway numero 4 (Anno II numero 03), 15 ottobre 2014}}
*{{NDR|Su [[Rutger Hauer]]}} Non è solo un grande attore, ma una persona carismatica e unica. È stato un onore parlare con lui e discutere alcune sfaccettature del personaggio di Van Helsing, che ha compreso e interpretato perfettamente.
*Ritengo che quella dei [[Vampiro|vampiri]] sia una moda fino a un certo punto, perché in realtà il cinema dei vampiri c’è sempre stato. È il mostro più popolare e più sfruttato dal cinema. Non mi piacciono i vampiri alla ''Twilight'', anche se ho visto tutti i film della serie.
*Penso che quello che scrivi ti rimane comunque dentro e quando ti trovi a scrivere un horror anche senza volerlo non puoi fare a meno di inserire certe idee e certe influenze che ti appartengono.
*Amo molto [[Howard Phillips Lovecraft|Lovecraft]] e a volte sono riuscito a inserire nei miei lavori qualcosa del suo mondo terribile.
*[[Paperino]] è tuttora una mia ossessione! Nel senso che fin da bambino è stato il mio personaggio preferito. Crescendo sono stato molto colpito da due film di Fulci, [[Non si sevizia un paperino]] e [[Lo squartatore di New York]], dove Paperino era presente in maniera inquietante.
 
{{int|Da l''L'Artearte del macabro''|Intervista di Claudio Bartolini, Lost Highway numero 4 (Anno II numero 03), 15 ottobre 2014}}
*L’idea di Dracula nasce a livello produttivo dalla volontà di fondere tre elementi, le tre “D” di ''Dracula'', di Dario Argento e del 3D. Da parte sua Dario si è dichiaratamente ispirato a un Dracula classico, in costume, che richiama i film della Hammer (ma per certi versi anche il ''Nosferatu'' di Herzog) e prende spunto dal romanzo di Bram Stoker. Il ''Dracula'' di Argento restituisce il Conte al suo mito, con la sua crudeltà, la sua sanguinarietà e il suo animo tormentato. In totale antitesi ai vampiri sdolcinati della serie ''Twilight''.
*L’influenza del cinema di Dario Argento nel thriller e nell’horror italiano (ma anche nell’ambito dei due generi a livello internazionale) è stata ed è tuttora fondamentale. Molti autori italiani e stranieri si sono direttamente ispirati al suo cinema, anche se diversi di loro possedevano un proprio stile e un proprio linguaggio personale.
22 591

contributi