Differenze tra le versioni di "Trofim Denisovič Lysenko"

(Rimuovo l'immagine "Lysenko_in_field_with_wheat.jpg", cancellata in Commons da Rubin16 perché per c:Commons:Deletion requests/File:Lysenko in field with wheat.jpg.)
 
==Citazioni su Trofim Lysenko==
*Nonostante non avesse alcuna preparazione nelle scienze naturali, {{NDR|Stalin}} emanò decreti sulla genetica. Favorì lo scienziato ciarlatano Trofim Lysenko, che stava tentando di coltivare una nuova specie di grano esponendo i semi al freddo dell'inverno russo, sulla base dell'ipotesi che le piante si potessero adattare pressoché a ogni condizione, acquisendo nuove caratteristiche e trasmettendole alle generazioni successive. ([[Robert Service]])
 
*Grazie al continuo sostegno di Stalin e, in seguito, di Kruscev, Lysenko soppresse spietatamente la genetica classica. I testi scolastici sovietici di biologia dell'inizio degli anni sessanta parlavano poco dei cromosomi e della genetica classica, così come molti testi scolastici americani di biologia di oggi parlano poco dell'evoluzione. Ma nonostante le promesse di Lysenko, non ci furono raccolti di grano invernale; il DNA delle piante domesticate diede ben poco ascolto agli incantesimi del «materialismo dialettico»; l'agricoltura sovietica rimase stagnante; e ancor oggi, anche per questa ragione, la Russia – che è ai livelli di avanguardia nel mondo in molte altre scienze – è ancora in condizioni di grave arretratezza in biologia molecolare e in ingegneria genetica. ([[Carl Sagan]])
*Lysenko era un agronomo sovietico che decise che la genetica moderna era tutta sbagliata, davvero contraria ai principi marxisti-leninisti. Negava persino che i geni esistessero, mentre insisteva che i punti di vista da tempo screditati sull’evoluzione erano effettivamente giusti. I veri scienziati si meravigliavano per la sua ignoranza. Ma piaceva a Joseph Stalin, cosicché i punti di vista di Lysenko divennero dottrina ufficiale, e gli scienziati che rifiutarono di farli propri vennero spediti ai campi di lavoro o giustiziati. Il lysenkismo divenne la base per buona parte della politica agricola sovietica, alla fine contribuendo alle disastrose carestie degli anni ’30. Tutto questo suona un po’ familiare, considerati gli eventi recenti in America? ([[Paul Krugman]])
 
*La persecuzione degli scienziati {{NDR|in Unione Sovietica, negli anni dello stalinismo}} era accompagnata dalla continua promozione di personaggi eccentrici. Negli anni quaranta {{NDR|del Novecento}}, lo pseudo scienziato Lysenko sostenne di aver sviluppato germogli di grano che potevano crescere all'interno del Circolo polare artico. Le sue maniere burbere attraevano Stalin. Il risultato fu il disastro della biologia professionale: qualsiasi rifiuto di piegarsi alle ipotesi di Lysenko veniva punito con l'arresto. ([[Robert Service]])
*Nonostante non avesse alcuna preparazione nelle scienze naturali, {{NDR|Stalin}} emanò decreti sulla genetica. Favorì lo scienziato ciarlatano Trofim Lysenko, che stava tentando di coltivare una nuova specie di grano esponendo i semi al freddo dell'inverno russo, sulla base dell'ipotesi che le piante si potessero adattare pressoché a ogni condizione, acquisendo nuove caratteristiche e trasmettendole alle generazioni successive. ([[Robert Service]])
 
===[[Robert Conquest]]===
22 631

contributi