Vincenzo Morello: differenze tra le versioni

 
==Citazioni di Vincenzo Morello==
*Il [[Simbolismo (movimento)|simbolismo]] fu l'opera di reazione del giovine spiritualismo francese contro il [[Naturalismo (letteratura)|naturalismo]] di [[Émile Zola|Zola]]. Come i romantici si erano in massa ribellati ai Greci ed ai Romani, così i nuovi spiritualisti si ribellarono ai conquistatori dei mercati, delle miniere, delle bettole, che nei libri di Zola occupavano e ingombravano tutti i campi della vita. Quella fitta massa di umanità che si muoveva gravemente con tutto il peso della sua carne e delle sue ossa; tutta quella fitta rete di sistemi nervosi che obbediva severamente e scientificamente alle leggi inflessibili del determinismo; tutta quella brutale verità e realtà che pretendeva di assurgere alle più alte vette letterarie con le volgari esplosioni del gergo e le violente espressioni della natura, offendeva gli squisiti gusti e i raffinati sensi della nuova generazione avida di sogni, che il [[{{sic|preraffaelismo}} da una parte ed il wagnerismo dall'altra avevano cominciato a educare alle meravigliose avventure dell'allegoria storica e della filosofia trascendentale.<ref>Da ''L'energia letteraria'', Casa editrice nazionale Roux & Viarengo, Roma-Torino, 1905, [https://archive.org/details/lenergialettera00moregoog/page/n206/mode/1up ppp. 199-200].</ref>
 
==''Nell'arte e nella vita''==
34 027

contributi