Differenze tra le versioni di "Matilde Serao"

→‎La ballerina: riferimento della citazione
(unifico fonte La ballerina (Internet Archive))
(→‎La ballerina: riferimento della citazione)
 
===Citazioni===
*[...] Ella sorrideva dagli occhi e dalle labbra, danzando, mentre il suo corpo pieghevole si arrotondava allo slancio lievissimo: ella danzava, senza che mai quel sorriso, quel lampeggio degli occhi venissero meno, per la fatica: ella danzava, così, come se null'altro ella fosse venuta a fare, sulla terra. E veramente, la sua irresistibile perizia, veramente la delizia di quella danza facevano delirare le platee: e dal loggione dove il popolo si ammassava nelle serate classiche alle poltrone d'orchestra dove si raccoglieva la nobiltà napoletana, il nome di [[Amina Boschetti]] era acclamato come quello di una trionfatrice. La coprivano di fiori, di doni, di gioielli: le offrivano i loro cuori e le loro fortune: ed ella tutto accoglieva, sorvolando su tutto, sapendo che i fiori, i gioielli, i cuori, le fortune, erano fatti per lei, perché i suoi piedini calzati dalle fini scarpette di raso rosa vi facessero in mezzo una gaia danza.<ref>''La ballerina'', vol(Vol. I, Cav. Niccolò Giannotta editore, Catania, 1899, [https://archive.org/details/laballerina01serauoft/page/55/mode/1up pp. 55-57].</ref>)
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
29 423

contributi