Catechismo di Pio X: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
*No, fuori della [[Chiesa cattolica]], apostolica, romana nessuno può salvarsi, come niuno poté salvarsi dal [[Diluvio universale|diluvio]] fuori dell'[[Arca di Noè]], che era figura di questa Chiesa. (169)
*La Chiesa cattolica è tanto perseguitata, perché fu così perseguitato anche il suo divin Fondatore, e perché riprova i vizi, combatte le passioni e condanna tutte le ingiustizie e tutti gli errori. (178)
*Il [[Papa]], che noi chiamiamo pure il Sommo Pontefice, o anche il Romano Pontefice, è il successore di [[Pietro apostolo|san Pietro]] nella Cattedra di Roma, il Vicario di Gesù Cristo sulla terra e il capo visibile della Chiesa. (192)
*Ogni cattolico deve riconoscere il [[Papa]], qual Padre, Pastore e Maestro universale e stare a lui unito di mente e di cuore. (204)
*Il Romano Pontefice è successore di san Pietro, perché san Pietro nella sua persona riunì la dignità di Vescovo di Roma e di capo della Chiesa; stabilì in Roma per divina disposizione la sua sede e ivi morì, perciò chi viene eletto vescovo di Roma è anche l'erede di tutta la sua autorità. (193)
*Il Romano Pontefice è il capo visibile della Chiesa, perché egli la regge visibilmente coll'autorità medesima di Gesù Cristo, che ne è il capo invisibile. (195)
*La dignità del Papa è la massima fra tutte le dignità della terra, e gli dà potere supremo ed immediato sopra tutti e singoli i Pastori e i fedeli. (196)
*Il Papa è [[Infallibilità papale|infallibile]] per la promessa di Gesù Cristo e per la continua assistenza dello Spirito Santo. (198)
*Il Papa è infallibile allora soltanto che nella sua qualità di Pastore e Maestro di tutti i cristiani, in virtù della suprema sua apostolica autorità, definisce una dottrina intorno alla fede o ai costumi da tenersi da tutta la Chiesa. (199)
*Dio ha concesso al Papa il dono della infallibilità affinché tutti siamo certi e sicuri della verità che la Chiesa insegna. (201)
*Il [[Vescovo]] nella propria diocesi è il Pastore legittimo, il Padre, il Maestro, il superiore di tutti i fedeli, ecclesiastici e laici, che appartengono alla diocesi stessa. (207)
*Il Papa è il successore di san Pietro principe degli Apostoli, e i Vescovi sono i successori degli Apostoli, in ciò che riguarda il governo ordinario della Chiesa. (209)