Differenze tra le versioni di "Robert Musil"

111 byte aggiunti ,  14 anni fa
m
sezione senza fonte
m (sistemo indicazione bibliografica)
m (sezione senza fonte)
*Dalle più violente esagerazioni, se lasciate a sé stesse, nasce col tempo una nuova mediocrità. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Di un uomo importante non si deve sapere quello che fa, ma soltanto i suoi arrivi e le sue partenze. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Dinanzi alla [[legge]] tutti i cittadini era uguali, ma non tutti erano, appunto, cittadini.
*E poiché possedere delle qualità presuppone una certa soddisfazione di constatarle reali, è lecito prevedere come a uno cui manchi il senso della realtà anche nei confronti di se stesso, possa un bel giorno capitare di scoprire in sé l'uomo senza qualità. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Gli ideali hanno strane proprietà, fra le altre anche quella di trasformarsi nel loro contrario quando si vuol seguirli scrupolosamente.
*I migliori e più evidenti successi dell'intelletto umano si sono avuti quasi solo quando esso sta alla lontana da Dio. Ma il pensiero che lo tentava disse: "E se questa libertà da Dio non fosse altro che la via moderna verso Dio?"
*Idealità e morale sono i mezzi migliori per colmare il gran buco che si chiama anima. (da ''L'uomo senza qualità'')
*La nobiltà dello spirito, rispetto a quello tradizionale, ha il vantaggio che uno se lo può conferire da solo. (da ''Frammenti postumi in prosa'')
*La nostra civiltà è un tempio di ciò che non sorvegliato sarebbe chiamato follia.
*Lo [[sport]] [...] si potrebbe definire il sedimento di un odio universale finissimamente diffuso, che precipita nelle competizioni sportive. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Quel che ci tranquillizza è la successione semplice, il ridurre a una dimensione, come direbbe un matematico, l'opprimente varietà della vita; infilare un filo, quel famoso filo del racconto, di cui è fatto il filo della vita, attraverso tutto ciò che è avvenuto nel tempo e nello spazio! […] Quasi tutti gli uomini sono dei narratori… a loro piace la serie ordinata dei fatti perché somiglia a una necessità, e grazie all'impressione che la vita abbia un corso si sentono in qualche modo protetti in mezzo al caos. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Se le circostanze gli sono propizie l'uomo s'aggiusta scrivendo un bel giorno sul suo punto fisso un libro o un opuscolo o almeno un articolo di giornale, e cioè inserendo a verbale la sua protesta negli atti dell'umanità, il che è un gran sedativo, anche se nessuno lo legge. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Un uomo che vuole la verità, diventa scienziato; un uomo che vuol lasciare libero gioco alla sua soggettività diventa magari scrittore; ma che cosa deve fare un uomo che vuole qualcosa di intermedio fra i due? – (da ''L'uomo senza qualità'')
 
==Senza fonte==
{{da controllare|Se sai qual è la fonte di una di queste citazioni, inseriscila, grazie.}}
 
*Dinanzi alla [[legge]] tutti i cittadini era uguali, ma non tutti erano, appunto, cittadini.
*Gli ideali hanno strane proprietà, fra le altre anche quella di trasformarsi nel loro contrario quando si vuol seguirli scrupolosamente.
*I migliori e più evidenti successi dell'intelletto umano si sono avuti quasi solo quando esso sta alla lontana da Dio. Ma il pensiero che lo tentava disse: "E se questa libertà da Dio non fosse altro che la via moderna verso Dio?"
*La nostra civiltà è un tempio di ciò che non sorvegliato sarebbe chiamato follia.
*Non ha senso voler affogare le preoccupazioni nell'[[alcol]], poiché le preoccupazioni sono ottime nuotatrici.
*Oggidì solo i criminali osano nuocere al prossimo senza filosofia.
*Ogni generazione intenta a distruggere i buoni risultati di un'epoca precedente è convinta di migliorarli.
*Quel che ci tranquillizza è la successione semplice, il ridurre a una dimensione, come direbbe un matematico, l'opprimente varietà della vita; infilare un filo, quel famoso filo del racconto, di cui è fatto il filo della vita, attraverso tutto ciò che è avvenuto nel tempo e nello spazio! […] Quasi tutti gli uomini sono dei narratori… a loro piace la serie ordinata dei fatti perché somiglia a una necessità, e grazie all'impressione che la vita abbia un corso si sentono in qualche modo protetti in mezzo al caos. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Se le circostanze gli sono propizie l'uomo s'aggiusta scrivendo un bel giorno sul suo punto fisso un libro o un opuscolo o almeno un articolo di giornale, e cioè inserendo a verbale la sua protesta negli atti dell'umanità, il che è un gran sedativo, anche se nessuno lo legge. (da ''L'uomo senza qualità'')
*Tranne i perseguitati dalla scalogna e i nati con la camicia, tutta l'umanità vive egualmente male ma abita a piani diversi. Questa coscienza del proprio piano è per l'uomo di oggi, che in generale ha una prospettiva ristretta sul senso della propria vita, un apprezzabilissimo surrogato.
 
*Un uomo che vuole la verità, diventa scienziato; un uomo che vuol lasciare libero gioco alla sua soggettività diventa magari scrittore; ma che cosa deve fare un uomo che vuole qualcosa di intermedio fra i due? – (da ''L'uomo senza qualità'')
 
==''Il giovane Törless''==