Differenze tra le versioni di "Lillo"

14 byte aggiunti ,  9 mesi fa
m
*Il consiglio che mi sento di dare è semplicemente di fare sempre bene quello che si ama fare, senza stare troppo a pensare dove ti può portare ciò, ma semplicemente farlo. Fare con amore quello che si fa, ma solamente perché lo ami, perché ti può portare a essere famoso. Si deve farlo solo se si ha veramente il bisogno fisico di fare questo mestiere. Quindi individuare qual è la propria predisposizione artistica, dove si riesce meglio, che può essere canto, ballo, recitazione o musica e da lì una volta che l’hai scoperta, cercare di migliorare.<ref>Dall'intervista di Gianfranco Gramola, ''[http://www.intervisteromane.net/Interviste%20pronte%201/lillo.htm Il teatro è il luogo dove mi sento più a mio agio, anche se non nego che anche il cinema mi piace molto. Però la magia che ti da il live, con il pubblico davanti, è insuperabile]'', ''intervisteromane.net'', 9 gennaio 2020.</ref>
 
*{{NDR|Sulla comicità di [[Lillo & Greg]]}} Noi amiamo la risata a tappetino, anche a teatro, quella non forte, sguaiata, ma continua.<ref>Dall'intervista di Boris Sollazzo, ''[https://www.ildubbio.news/2017/01/03/mio-sogno-lavorare-mel-brooks/ «Il mio sogno? Lavorare con Mel Brooks»]'', ''ildubbio.news'', 3 gennaio 2017.</ref>
 
*Uno pensa: ammazza che talento sai fare tutto. In realtà io faccio sempre la stessa cosa, di base sono un umorista e trasferisco questo modo di divertire e intrattenere nei vari mezzi. Ho bisogno di stimoli e mettersi in gioco per me è vitale.<ref>Dall'intervista di Rita Celi, ''[https://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2019/09/09/news/lillo_aldo_fabrizi_school_of_rock-235517027/ Lillo, da Aldo Fabrizi a 'School of Rock', un umorista a 360 gradi]'', ''repubblica.it'', 9 settembre 2019.</ref>
1 801

contributi